Seguici su

Attualità

Codacons lancia l’allarme, ritorno della truffa dello specchietto: ecco come funziona

Vittime preferite dai truffatori donne sole e anziani. Solo due settimana è accaduto a Buronzo

Pubblicato

il

La cosiddetta “truffa dello specchietto è uno degli inganni più diffusi in Italia, si tratta di un vero e proprio furto che coinvolge migliaia di automobilisti ogni anno senza distinzione di città e provincia, da Nord a Sud, solo due settimane fa, infatti, abbiamo riportato la segnalazione di un tentativo di questo tipo di inganno ai danni di un’anziana a Buronzo.

Come funziona

Il piano è semplice ed efficace, i truffatori fermi su un lato della strada con lo specchietto già rotto lanciano un sasso contro la vettura della vittima prescelta, per simulare il rumore di un urto.
Poi raggiungono l’automobilista chiedendogli di fermarsi per constatare i danni e pretendendo di risolvere la situazione in via bonaria con un risarcimento diretto, senza contattare l’assicurazione in modo da evitare la burocrazia e accelerare i tempi.

L’avviso di Codacons

Codacons esorta tutti coloro che dovessero ritrovarsi in questa situazione di contattare immediatamente le forze dell’ordine, non fornire dati sensibili e non consegnare alcuna somma di denaro. Per informazioni sul tema, segnalazioni e per ricevere assistenza potete rivolgervi all’associazione al numero 02.29419096 oppure contattarci tramite mail all’indirizzo info@codaconslombardia.it.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *