La Provincia di Biella > Attualità > Caos lavori, centro cittadino in tilt: tutte le strade portano a un cantiere
Attualità Biella -

Caos lavori, centro cittadino in tilt: tutte le strade portano a un cantiere

BIELLA -Centro città bloccato con automobilisti e cittadini arrabbiati per i tanti cantieri che l’amministrazione comunale ha avviato dalle scorse settimane e che si trascineranno ancora per diverso tempo. A creare i maggiori disagi, da lunedì, la chiusura di via Gramsci, che si è sommata al parziale divieto d’accesso di via Pietro Micca che prosegue da tempo. Due arterie fondamentali per il traffico del cuore cittadino, che inevitabilmente hanno creato code e problemi a tantissimi automobilisti in transito.

Soprattutto nelle ore di punta, del mattino e della sera, infatti, i siti adiacenti sono di fatto ingolfati con file lunghissime di automobili che gli operai al lavoro cercano di disciplinare tra sensi unici alternati e semafori inattivi. Una di questa vie interessate dall’inevitabile caos, o quasi, è la via Garibaldi, tra le poche che consente l’accesso verso la parte nord della città. Discorso analogo per via Repubblica, che infatti registra un considerevole aumento di passaggi di auto e di mezzi in generale. Insomma, spostarsi da una parte all’altra della città, per molti, si rivela ogni giorno di più un vero e proprio rompi capo, con cittadini che devono recarsi in ufficio e, a fine turno, rientrare a casa, impiegando inevitabilmente più tempo del solito. Anche sui social le polemiche non mancano, con tanti commenti al vetriolo sui vari profili dell’amministrazione pubblica.

Tanti utenti, e cittadini, mettono sotto accusa soprattutto la scelta di far partire così tanti cantieri insieme in punti strategici della viabilità cittadina, per altro per ragioni differenti: posa dei cubetti, asfaltatura e poi inserimento dei tubi del teleriscaldamento. Anche diversi commercianti della zona storcono il naso, per l’inevitabile riduzione di passaggi e quindi di affari. Il sindaco Claudio Corradino si è già scusato per i problemi e l’assessore (vedi servizio a lato) parla di interventi inevitabili a fronte di investimenti importanti.
p.l.b.

© riproduzione riservata