Seguici su

Attualità

Biella, dopo vent’anni cambio di gestione al Q8 di viale Macallè

«L’ultimo giorno sono passati tutti i nostri clienti a salutare, non nascondiamo che qualche lacrima l’abbiamo versata».

Pubblicato

il

«È finito un atto della nostra vita, si va in pensione, in questi ultimi giorni abbiamo raccolto quello che abbiamo seminato, clienti diventati amici, ringraziamo tutti di cuore, vi vorremmo abbracciare, siete passati quasi tutti a salutarci, confesso che qualche lacrima è scesa… non mi dilungo ma grazie grazie… amici Q8 di viale Macallè a Biella».
Poche semplici parole ma dense di significato quelle affidate ad un post di Facebook da Mario Gilardi che, insieme alla moglie Paola Ramella Paia, ha gestito per vent’anni la stazione di servizio Q8 di viale Macallè a Biella e che, nella giornata di mercoledì, ha festeggiato il suo ultimo giorno di lavoro.
«In realtà – specifica Paola Ramella – abbiamo gestito per 10 anni il distributore Shell di via Trossi e altri 10 quello di viale Macallè. In ogni caso, effettivamente, sono vent’anni che io e mio marito lavoriamo insieme in questo settore. E pensare che tutto è iniziato da un annuncio letto su un giornale locale nel quale si cercava un gestore per una pompa di benzina. Io all’epoca lavoravo alla Fiat nel magazzino ricambi e mio marito era capo magazziniere in un’azienda, insomma decisamente tutto un altro tipo di lavoro. Ma il suo sogno era quello di gestire una stazione di servizio e così abbiamo deciso di lanciarci in questa nuova avventura».
«All’inizio – prosegue il racconto – non è stato facile, anche semplicemente perché dovevamo prendere le misure su cosa voleva dire lavorare insieme, abbiamo dovuto imparare a “staccare”, a non portare a casa gli eventuali problemi del distributore e viceversa. Alcuni clienti, molti dei quali negli anni sono diventati anche degli amici, all’inizio quando mi vedevano arrivare, magari per controllare la pressione degli pneumatici, vedendo una donna erano un po’ titubanti, poi con il tempo è diventata una cosa normale. Abbiamo avuto la fortuna di fare un lavoro che ci piaceva molto, anche il Covid non è riuscito a fermarci, nonostante fossimo rimasti aperti nel periodo del lockdown, abbiamo subito anche noi i pesanti effetti della pandemia, ma non ci siamo demoralizzati, abbiamo “ricominciato” e con impegno e dedizione siamo ripartiti».
«Adesso però – e così conclude – è venuto il momento di riposarci e iniziare un’altra fase della nostra vita. Mercoledì è stato l’ultimo giorno di lavoro, giovedì, infatti, hanno iniziato i nuovi gestori ai quali abbiamo trasmesso un po’ della nostra esperienza con la promessa che potranno sempre contattarci in caso di necessità o di un semplice confronto. E’ stato commovente negli ultimi giorni vedere “sfilare” i nostri clienti anche solo per un semplice saluto, sicuramente ci mancheranno molto e voglio ringraziarli uno ad uno anche se, come dicevo, molti di loro sono diventati dei veri amici, basta pensare che è passato anche quello che fu il nostro primo cliente all’epoca dell’apertura in via Trossi. E’ venuto il momento, quindi, anche per noi di goderci i nostri nipotini e di coltivare a tempo pieno un’altra grande passione quella delle corse in Fuoristrada. Grazie al team di cui facciamo parte “I Ramarri 4X4” , abbiamo in previsione un bel po’ di gare. Insomma ci riposeremo ma non troppo».

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *