La Provincia di Biella > Attualità > Azzolina: “A scuola nuovi contagi, ma li affronteremo assieme”
Attualità Biella Circondario Fuori provincia -

Azzolina: “A scuola nuovi contagi, ma li affronteremo assieme”

“La scuola non si è mai fermata, grazie Mattarella, non ha mai fatto mancare sua vicinanza, sensibilità e attenzione. Abbiamo affrontato insidie, tempeste e peripezie, per tornare alla normalità. Come Itaca la scuola è divenuta terreno di contesa, ma non abbiamo mai abbandonato la nave”.

Ulisse, alla fine, ce l’ha fatta. È riuscito nell’impresa di tornare a casa. E, così come Ulisse, la comunità docente e discente oggi torna alla sua isola, alla sua scuola“. Lo ha affermato la ministra all’Istruzione, Lucia Azzolina, nel suo intervento a Vo’ Euganeo in occasione della cerimonia di apertura dell’anno scolastico. “Le avversità e gli ostacoli di questo viaggio – ha aggiunto Azzolina – mi hanno fatto pensare ad Ulisse e al suo lungo peregrinare per tornare nell’amata Itaca. In questi mesi, come Ulisse, la comunità scolastica ha affrontato venti avversi, insidie, tempeste e peripezie, per tornare alla sua normalità“.https://235e57b6cb440bf5ea47368e7b51f6d1.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html

È arrivato il momento – ha detto, con evidente emozione – di riportare la scuola al centro del sistema Paese. Di rilanciarla come Istituzione di primaria importanza dove davvero si gettano le basi dell’Italia di domani. Ogni minuto perso ritarderà i progressi di una Nazione intera. Per questo dico, adesso alziamo tutti bene la testa e guardiamo avanti: Itaca è proprio là. La nostra casa, il nostro futuro. Andiamo a riprenderceli. Facciamo tutti insieme il tifo per questa ripresa. Rientriamo a scuola“, ha concluso Azzolina.

Questo è un momento storico. Non si tratta solo di ricostruire, di ripartire, ma, soprattutto, di trasformare le difficoltà in occasioni di rinnovamento“, ha continuato. “Rinnovamento – ha aggiunto Azzolina – che il popolo italiano ha già dimostrato di saper tirare fuori dopo le fasi buie della propria storia”. https://235e57b6cb440bf5ea47368e7b51f6d1.safeframe.googlesyndication.com/safeframe/1-0-37/html/container.html

© riproduzione riservata