Seguici su

Attualità

Anche una giovane talentuosa biellese alla finale del Tour Music Fest-The European Music Contest

Viola Scalzo, in arte Violetta Supervip, prenderà parte all’edizione 2023 del concorso nella categoria Baby Singer

Pubblicato

il

Grandi soddisfazioni per la piccola Viola Scalzo, in arte Violetta Supervip, talento biellese che giovedì 30 novembre prenderà parte alla finale della categoria Baby Singer della nuova edizione del Tour Music Fest – The European Music Contest, che si terrà presso il Teatro Titano di San Marino.

Viola ha soltanto 10 anni, ma è riuscita a conquistare la commissione artistica del noto concorso musicale grazie alle sue doti canore e alla sua determinazione, qualità che l’hanno portata a distinguersi tra gli oltre 20.000 artisti e band partecipanti provenienti da tutta Europa che avevano preso parte alle selezioni.

Il percorso di Viola è iniziato lo scorso agosto a Torino e dopo aver superato anche le Live Audition, si è aggiudicata un posto in finale, un traguardo molto importante per lei, sebbene il suo sogno sia quello di esibirsi alla finalissima del 2 dicembre al cospetto dei presidenti di giuria Beppe Vassicchio e Kara DioGuardi – giurata di American Idol e autrice per Pink, Demi Lovato, Anastacia e tanti altri artisti di fama internazionale – e di importanti personalità del panorama musicale quali Monica Hill, Francesco Rapaccioli e Paola Folli.

Le fasi finali del Festival si terranno dal 27 novembre al 2 dicembre, sei giorni all’insegna della musica che culmineranno con la proclamazione dei vincitori per ogni categoria.

Questi calcheranno lo stesso palco su cui si erano esibiti artisti allora emergenti come Mahmood, Ermal Meta, Federica Carta e molti altri.

La giovane Viola ha già affrontato numerose sfide e punta ad aggiudicarsi il titolo di migliore artista della categoria Baby Singer, riconoscimento che le permetterebbe di accedere ai fantastici premi del Festival, che la aiuterebbero nel suo percorso di crescita personale. «Viola canta da quando aveva quattro anni. Ha già partecipato a molti concorsi, arrivando per due anni alle finali dello Zecchino d’Oro. Quest’anno ha anche vinto due concorsi nazionali: “Je so pazzo” dedicato a Pino Daniele e “Videofestival live”. Questa è un’altra bella opportunità perché è un concorso molto importante. Viola si era avvicinata inizialmente al pianoforte, che suona ancora adesso, ma al suo primo concorso, quello dello Zecchino d’Oro, ha capito che la sua vera passione era il canto. Quando ha saputo di essere arrivata in finale era contentissima. C’è molto lavoro dietro: tre o quattro volte al mese la porto a Savona per seguire le lezioni di Danila Satragno, che ha seguito cantanti di fama nazionale e internazionale come Rosa Chemical, Annalisa e i Måneskin. Facciamo tanti sacrifici, ma si sta impegnando molto e siamo fieri di lei» dichiara Giovanna, la madre di Viola.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *