Seguici su

Attualità

A Nathan era stata diagnosticata una malattia genetica al fegato ma miracolosamente è guarito

«L’unica forza per superare un momento così difficile l’abbiamo trovata nella fede e nella preghiera»

Pubblicato

il

BIELLA – «È stato un miracolo!» -afferma la famiglia del piccolo Nathan, di soli dieci mesi- «Tutto è iniziato il 12 aprile 2021 a Biella, quando sono comparsi i primi sintomi, cioè prurito forte, pelle e orbite di colore giallastro e perdita di peso. I medici non sono riusciti a capire di cosa si trattasse, così il 16 aprile 2021 ci hanno trasferiti al reparto di pediatria dell’ospedale Regina Margherita. Lì il gastroenterologo ha individuato un ittero che ha causato un innalzamento patologico dei valori ematici di bilirubina, una sostanza di rifiuto che se accumulata nell’organismo, oltre a forte irritazione può portare conseguenze più gravi come la cecità».

L’ittero dipende nella maggior parte dei casi da una malattia del fegato o della cistifellea.
In questo caso la malattia diagnosticata al piccolo Nathan era stata una colestasi progressiva familiare, una rara patologia genetica.
«Nella mia famiglia –afferma la madre– si sono già verificati casi di patologie al fegato, quindi la diagnosi sembrava possibile. Il valore medio della bilirubina, che normalmente è 0.30 ml, continuava a salire, fino a raggiungere il livello di 17 ml. L’unica possibilità di salvarlo, secondo i medici, sarebbe stata quella di sottoporlo a un trapianto di fegato, per il quale è necessario avere un valore ematico di almeno 8 ml. A questo punto l’unica forza per superare un momento così difficile l’abbiamo trovata nella fede e nella preghiera, in cui siamo stati sostenuti da tutta la comunità della chiesa evangelica che vogliamo ringraziare in particolar modo assieme al Pastore Bruno e alla Chiesa Cristiana Evangelica La Parola della Grazia.”

Ed ecco il miracolo! Le preghiere dei genitori e dei loro cari sono state ascoltate: improvvisamente il livello della bilirubina inizia a scendere e i risultati degli esami della genetica risultano tutti negativi. I sintomi iniziano a sparire e Nathan inizia a stare meglio. L’ultimo controllo del 17 giugno 2021 sancisce definitivamente l’esito negativo di tutti gli esami.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *