Seguici su

Attualità

A causa della siccità scoperta nel Po la massiccia presenza di una pianta esotica nociva

Per ora il fenomeno interessa il tratto torinese del fiume e non agli altri corsi d’acqua della regione

Pubblicato

il

A seguito  dello stato  di proliferazione della vegetazione acquatica nel tratto torinese del fiume Po, Arpa Piemonte congiuntamente al Comune di Torino, ENEA, Città Metropolitana, volontari delle Società rmiere ed Ente Parco del Fiume Po ha effettuato durante gli ultimi mesi  alcuni sopralluoghi finalizzati alla valutazione della vegetazione acquatica  presente  evidenziando la massiccia presenza della pianta esotica invasiva Elodea nuttallii.

Elodea nuttallii, specie vegetale aliena di interesse unionale, è originaria del nord e sud America, ed è stata introdotta come pianta ornamentale per laghetti e acquari. In Piemonte la specie è inserita nella Black list- Management List, cioè nell’elenco di specie esotiche presenti diffusamente sul territorio, per le quali bisogna evitarne l’utilizzo e a cui possono essere applicate misure di contenimento ed interventi di eradicazione in aree circoscritte.  La proliferazione dell’Elodea nel tratto di Po cittadino, verificatasi nel mese di luglio, è stata favorita dalle condizioni climatiche estreme che hanno rappresentato le condizioni ideali per lo sviluppo dell’esotica che predilige acque calme, calde e poco profonde.

E tu cosa ne pensi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *