La Provincia di Biella > Senza categoria > Il programma di Cavicchioli è aria fritta
Senza categoria Biella -

Il programma di Cavicchioli è aria fritta

Un programma del genere non si può nemmeno criticare in quanto non parla in nessun punto di argomenti concreti: non c'è in programma un solo lavoro pubblico definito, non c'è una sola parola riferita al “come”risolvere i problemi, non c'è progettualità....

Un programma del genere non si può nemmeno criticare in quanto non parla in nessun punto di argomenti concreti: non c’è in programma un solo lavoro pubblico definito, non c’è una sola parola riferita al “come”risolvere i problemi, non c’è progettualità….

Navigando su facebook mi sono imbattuto su una pagina sponsorizzata del candidato Sindaco del PD Marco Cavicchioli che accusava il Sindaco Dino Gentile di aver fatto un semplice copia incolla del programma del 2009, per cui mi sono chiesto, ma Cavicchioli usa una pagina sponsorizzata per criticare l’avversario, ma la sua campagna elettorale si basa solo sulla demonizzazione del rivale o proporrà anche qualcosa? Allora sono andato a cercare il suo programma elettorale e ho iniziato la lettura.

Andiamo direttamente al punto 3 del primo capitolo “economia e lavoro” dove si parla di tasse: non poteva mancare una critica all’Amministrazione uscente, Cavicchioli dice in tono critico che è stata abbassata l’IMU sulla prima casa, cosa che avrebbe favorito solo i propietari… peccato che il buon candidato PD non sappia che i propietari di immobili siano circa l’80% dei suoi concittadini…

Secondo capitolo “Ambiente” oltre a citare a caso riduzione dei rifiuti senza specificare il “come”, al punto 3 ripropone una tiritera sentita per anni e anni nella nostra città: la diminuzione dello smog attraverso l’utilizzo maggiore delle biciclette, forse non si è reso conto che a Biella data la morfologia della città non si svilupperà mai l’utilizzo di massa della bicicletta. Non solo, al punto successivo dice che per i piccoli chilometraggi, i dipendenti comunali dovranno spostarsi in bicicletta invece che con l’auto: vi potete immaginare i geometri o architetti del comune che portano i loro strumenti in bicicletta… scene tratte dalla pubblicità dei pennelli cinghiale…

Arriviamo al punto 2 del capitolo “governo” : riporto fedelmente la frase “L’inserimento nello stesso stato di famiglia, non discriminatorio verso le coppie dello stesso sesso, costituirà criterio primario di accesso ai servizi del Comune” si vuole comparare le coppie omosessuali alle coppie fondate sul rapporto tra uomo e donna. Il PD vuole portare alla disgregazione della famiglia tradizionale. Sul garantire la parità di trattamento alle coppie conviventi si può discutere, ma purchè siano composte da uomo e donna.

Detto ciò un programma del genere non si può nemmeno criticare in quanto non parla in nessun punto di argomenti concreti: non c’è in programma un solo lavoro pubblico definito, non c’è una sola parola riferita al “come”risolvere i problemi, non c’è progettualità….

Il programma di Dino Gentile potrà anche essere un copia incolla ma al suo interno sono presenti, che piacciano o no, argomenti concreti, opere definite da realizzare.

In quello di Cavicchioli non si trova veramente nulla di certo, nulla di concreto, solamente aria fritta.

Giacomo Moscarola
Lega Nord

Articolo precedente
Articolo precedente