La Provincia di Biella > Cucina > Lardo di Arnad è il più buono d’Italia

GDL Cucina

Cucina
0 commenti.

Lardo di Arnad è il più buono d’Italia

Il Gambero Rosso ha stilato un elenco dei lardi più buoni di Italia, reperibili nel settore di nicchia, in locali gourmet e in tavole d’autore.

Scritto da: direttore@nuovaprovincia.it

Lardo di Arnad. Il Gambero Rosso ha stilato un elenco dei lardi più buoni di Italia, reperibili nel settore di nicchia, in locali gourmet e in tavole d’autore. Nella classifica l’unico lardo di Arnad è quello Maison Bertolin. “E’ un risultato che premia il lavoro di tutta la nostra squadra. Ci consente di guardare al futuro con il sorriso e di lavorare con l’energia di sempre”.

Recensione del Gambero Rosso

“Sei P: presenza, profumi, pulizia, pastosità, precisione di grassi, aromi e fine bocca, prestazioni di alto profilo. È il lardo di Arnad d.o.p., fiore all’occhiello della Maison Bertolin. Materia prima: spallotto (il lardo dorsale con il suo magro) di maiali di peso superiore ai due quintali provenienti da allevamenti del nord d’Italia. Tecnica: maturazione per almeno 3 mesi dentro i “doïl” (antichi recipienti in castagno, rovere o larice) insieme a sale, acqua, spezie e piante aromatiche della Vallée, senza additivi e conservanti, secondo l’antica tradizione di Arnad. Perfetto, una bella traccia di magro marezzato sullo spesso strato adiposo di un bianco caldo, il lardo Bertolin ha profumi e aromi caratteristici, freschi ed eleganti che richiamano il buon grasso suino e una concia discreta ed equilibrata, una sapidità non persistente che lascia spazio a una dolcezza generosa, una texture avvolgente di grande succosità e scioglievolezza.”

Dove trovare il lardo Maison Bertolin

Il lardo di Arnad d.o.p. e tutti i prodotti firmati Maison Bertolin possono essere assaporati e acquistati presso lo “Scrigno dei Sapori” di Arnad: una vera e propria bomboniera del gusto, adiacente allo stabilimento.
MAISON BERTOLIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente