La Provincia di Biella > Cronaca > Rapina nella sala giochi con machete e benzina
Cronaca Basso Biellese Biella Circondario Fuori provincia -

Rapina nella sala giochi con machete e benzina

Sparisce il portafogli di una donna e due suoi amici si fanno risarcire dai titolari minacciando di dare fuoco al locale.

Sparisce il portafogli di una donna e due suoi amici si fanno risarcire dai titolari minacciando di dare fuoco al locale.

Una storia al limite dell’incredibile quella successa venerdì sera alla Poker Room Alpi Events, la popolare sala giochi di Carisio situata alle porte della nostra provincia, della quale è presidente il biellese Giovanni De Feo.

Quattro individui armati di machete e taniche di benzina sono entrati nel locale, minacciando i titolari per farsi consegnare dei soldi.

Tutto è cominciato a tarda sera.

«Era in atto un torneo da minimo garantito mille euro – racconta uno dei biellesi presenti –  e tra i giocatori c’era una donna accompagnata da un rumeno e da uno zingaro. Ad un certo punto è andata al bar e ha ordinato un caffè. Al momento di pagare ha detto che le era stato rubato il portafogli, ritrovato peraltro poco dopo in bagno, ma vuoto. E’ andata su tutte le furie, asserendo che aveva 300 euro. A quel punto è arrivato il titolare, proponendo di rimborsarla dei 160 euro persi al gioco… ma uno dei due accompagnatori ha risposto che voleva tutti i soldi, più altri 60 euro persi la settimana precedente».

Di fronte a un rifiuto, la situazione è presto degenerata. Il gruppetto è uscito e uno degli accompagnatori ha detto: «Quando torno o mi dai i soldi o ti brucio la sala».

Sono passati 40 minuti ed è arrivato di nuovo. «Aveva una tanica di benzina che ha versato sul tavolo – prosegue il testimone – e ha acceso una sigaretta. “Dammi i soldi” ha detto “o qui brucio tutto”. Il titolare, spaventato, ha consegnato loro 370 euro. Il gruppetto ha preso i soldi e se n’è andato».

La notizia di quanto successo è rimbalzata nella nostra provincia già nella giornata di domenica, in quanto erano numerosi i biellesi presenti nella sala giochi quella sera.

Articolo precedente
Articolo precedente