La Provincia di Biella > Attualità > I Vigili del Fuoco si addestrano al lago di Bertignano
Attualità Circondario -

I Vigili del Fuoco si addestrano al lago di Bertignano

Nei giorni scorsi, presso il centro di formazione Terna di Viverone - il quale viene utilizzato per l’addestramento al lavoro in sicurezza per la salita ai tralicci e al lavoro sotto tensione - si sono svolte esercitazioni di salita sostegno e di soccorso in quota del nucleo SAF (Soccorso Speleo Alpino Fluviale) del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Biella.

Nei giorni scorsi, presso il centro di formazione Terna di Viverone – il quale viene utilizzato per l’addestramento al lavoro in sicurezza per la salita ai tralicci e al lavoro sotto tensione – si sono svolte esercitazioni di salita sostegno e di soccorso in quota del nucleo SAF (Soccorso Speleo Alpino Fluviale) del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Biella.

Nei giorni scorsi, presso il centro di formazione Terna di Viverone – il quale viene utilizzato per l’addestramento al lavoro in sicurezza per la salita ai tralicci e al lavoro sotto tensione – si sono svolte esercitazioni di salita sostegno e di soccorso in quota del nucleo SAF (Soccorso Speleo Alpino Fluviale) del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco di Biella.

Nel centro, unico in Italia e tra i tre in Europa, gli operai specializzati di Terna vengono formati per svolgere i lavori sotto tensione, particolari e complessi interventi di manutenzione sulla rete elettrica ad  alta tensione, realizzati mantenendo in tensione, quindi in servizio la linea elettrica.

Il centro d’addestramento è  composto da un vero e proprio  campo per le esercitazioni all’aperto presso il lago di Bertignano, con oltre 3.600 metri di linee aeree che riproducono le principali tipologie di elettrodotti.

La collaborazione tra Terna e i Vigili del Fuoco è ormai consolidata da anni. Seppure con missioni diverse,  hanno l’interesse comune di  assicurare un continuo  miglioramento della salute e sicurezza sul lavoro del proprio personale. La collaborazione, come quella avvenuta a Bertignano, permettere a entrambi  uno scambio di conoscenze volto a migliorare le tecniche di soccorso su sostegni a tralicci.M

Mauro Pollotti

Articolo precedente
Articolo precedente