Seguici su

Eventi e cultura

Tutto pronto per il premio Biella Letteratura industria

Pubblicato

il

L’ambizioso concorso letterario verrà presentato giovedì a Roma

 Sarà presentato giovedì 6 febbraio 2014, nella sala del Primaticcio di Palazzo Firenze a Roma, sede prestigiosa della Società Sante Alighieri il Premio Biella Letteratura Industria 2014.
Verrà presentato il progetto di collaborazione tra la Società Dante Alighieri e il Premio Biella Letteratura e Industria. Concorso letterario organizzato e promosso da Città Studi Biella e finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, in partnership con l’Unione Industriale Biellese e che rientra nella Settimana della Cultura di Impresa, iniziativa nazionale promossa da Confindustria.  Collaborano, oltre alla Società Dante Alighieri, anche il Comune di Biella, il Gruppo Giovani Imprenditori dell’Unione Industriale Biellese e l’Associazione L’Uomo e l’Arte.
Il premio, giunto alla sua tredicesima edizione, si rivolge ad opere che descrivano o analizzino momenti e modelli di trasformazione della società italiana con riferimento generale alla realtà socio economica e alla cultura industriale. Le sua specifica connotazione rende il premio una finestra privilegiata sull’Italia di oggi per i membri della Società Dante Alighieri, sparsi in tutto il mondo, che potranno, attraverso le opere degli autori finalisti, conoscere il mondo socio-produttivo italiano visto attraverso gli occhi della letteratura.
A presentare il premio sarà Paolo Piana, Presidente del Premio Biella Letteratura e Industria, mentre Donato Squara, nella veste di Direttore Generale di Città Studi, parlerà della realtà dell’ente.  Le iniziative congiunte che si intendono attivare verranno illustrate da Alessandro Masi, Segretario Generale della Società Dante Alighieri. 
Presenti all’evento alcuni finalisti della dodicesima edizione: Giorgio Caponetti, autore di Quando l’automobile uccise la cavalleria, Marcos y Marcos editore;  Andrea Di Consoli, autore di  La collera, Rizzoli; Peppe Fiore, autore di Nessuno è indispensabile, Einaudi, e, in videoconferenza, Federico Grom, Guido Martinetti, Grom. Storia di un’amicizia, qualche gelato e molti fiori, Bompiani.