Seguici su

Eventi e cultura

Il sogno di Marco Casetto: poter vivere conciliando moda e teatro

Pubblicato

il

Anche oggi mi occuperò di un giovane di Pollone, che Marco Casetto, 26 anni, definisce uno splendido paese. Ed essendoci vissuto fino a pochi mesi fa concordo in pieno!

Fin da bambino Marco ha sempre avuto la passione per il disegno e per gli abiti passando molto tempo ad abbozzare vestiti di tutti i generi; per questo ha frequentato il Liceo tecnico Area sistema moda all'Itis di Biella dove ha appreso le prime basi del disegno, del marketing della moda, dei tessuti ecc.

Subito dopo il Liceo continua alla Nuova Accademia di Belle Arti (Naba) di Milano, città in cui ha “respirato molto intensamente – sono sue parole – quella che è la vera essenza della moda”.

Ho avuto la fortuna di essere guidato – prosegue nel suo racconto Marco – “da alcuni docenti straordinari, in particolare Benedetta Barzini (prima top model italiana degli anni '70, musa di Andy Warhol e oggi giornalista di moda e grande antropologa), che mi ha aperto la mente anche sulla visione della donna nella moda e nella società, e sul senso e l'importanza dello studio dei dettagli, sia per quanto riguarda la pratica, sia per quanto riguarda il pensiero”.

Dopo l'università ho lavora nel suo campo in una famosa azienda di abbigliamento.

Ciò mi ha permesso – racconta ancora Marco – di entrare sul serio in questo magnifico e complicatissimo mondo fatto di forme colori, tatto, profumi, sensazioni… Ora quest'esperienza è finita, ma spero e faccio di tutto per riuscire al più presto a iniziare nuovamente a lavorare in qualche altra realtà, in modo da riuscire a continuare la mia passione, che tengo comunque viva disegnando e realizzando ad esempio l'abito da sposa di una cara amica, corpetti, gonne, abitini, per tenermi sempre in allenamento!”

Parlando sempre di arte e creatività, c'è la seconda passione di Marco che è il teatro, passione iniziata anch'essa da bambino, nel teatro di Pollone, sotto la guida di Alda Ramella, che ancora oggi è il punto fermo della compagnia “Attori per gioco”.

Tanti anni a teatro con Alda mi hanno permesso di prendere parte al progetto "Allegro ma non troppo" con l'associazione "Il Mercato dei Sogni" e di riuscire ad esibirmi, insieme ad altri 14 ragazzi biellesi, nello spettacolo "Cani Spandrel" andato in scena lo scorso marzo al Teatro Sociale di Biella. Anche il teatro, con la moda, spero faccia sempre parte della mia vita, che mi auguro sia sempre piena zeppa di arte e creatività! Il sogno più grande sarebbe quello di poter vivere conciliando perfettamente le due cose”.

Massimiliano Zegna