Seguici su

Eventi e cultura

Francesca Premoli: la passione per il libro e la legatoria

Pubblicato

il

Biellese, classe 1986, ha appena aperto una bottega artigiana nel Ricetto di Candelo

Il Ricetto di Candelo è sempre stato per me uno scrigno di attività e avvenimenti preziosi. Fin dai tempi in cui ho avuto l'opportunità e il piacere di ascoltare il flauto d'oro di Severino Gazzelloni in una magica serata degli anni 70.

Adesso le antiche cantine del Ricetto contengono nuove splendide botteghe artigiane. Una di queste ospita una legatoria che Francesca Premoli (biellese, classe 1986) ha aperto da poche settimane, nel settembre dello scorso anno.

“A dover scegliere – mi scrive Francesca – una sola frase per descrivermi, direi che sono una appassionata di libri che ha deciso di prendersi sul serio. Contagiata dalla mia sconfinata passione per il libro e la lettura, oltre che dallo sconfinato amore per l'arte con cui sono stata cresciuta in casa (mio nonno Guido Premoli ha partecipato per anni alla vita del Circolo degli Artisti di Biella e al Premio Biella per l'Incisione), il mio “da grande vorrò fare” è chiaro molto presto: il restauratore”

Il desiderio di preservare il bello la porta a Torino per una prima laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali, dove scopre il fascino della carta come materia di restauro, e da lì parte per Bologna, dove si specializza nel restauro del libro antico e moderno.

“Inizio lavorando ai controlli conservativi – prosegue nel suo racconto Francesca – e al piccolo restauro in una biblioteca, ma la precaria situazione lavorativa di noi giovani laureati mi porta ben presto a dover rivedere tutto. Per uscire da un difficile periodo di ricerca e smarrimento, apro timidamente un e-commerce su un marketplace americano, Etsy (www.rilegatoamano.etsy.com) dove “espongo” libri in pelle realizzati interamente a mano, la mia passione o hobby con cui occupo tutti i momenti liberi”.

A questo punto concordo con quanto mi scrive Francesca, secondo cui “una passione la si può prendere sul serio” e trasformarla in un vero lavoro.

Inizia a ricercare, studiare, frequentare scuole di alta legatoria, finchè non prova a partecipare ad un concorso per giovane imprenditoria con un progetto per una legatoria d'arte.

Ed ecco il risultato: la sua splendida bottega artigiana di Legatoria aperta nel Ricetto medievale di Candelo!