Seguici su

Eventi e cultura

Elisabetta Fabbri, attrice, cantante, danzatrice

Pubblicato

il

A metà aprile debutterà al teatro Erios di Vigliano con la interpretazione della divertente commedia di successo “Le prènom, cena fra amici” per la regia di Gigi Mosca

Conosco Elisabetta Fabbri (nata a Biella nel 1969 e abitante a Pettinengo) da quando ero direttore dello ormai storico giornaletto di Mezzana Mortigliengo “Il nostro paese” (primo numero 8 dicembre 1973) e lei era Presidente dell'Associazione che lo pubblicava.

Ma quello che mi ha sempre colpito di Elisabetta è l'essere (ormai da vent'anni) brava attrice, scrittrice e tra i fondatori della compagnia teatrale di Mezzana, “La compagnia instabile dei contastorie” che inizialmente ha presentato numerosi spettacoli per ragazzi e bambini, passando poi anche ad altre forme di intrattenimento, dal teatro di strada alla commedia classica.

Oggi si dedica allo studio della danza, prima con l'hip-hop e il funk-jazz, ed anche con la danza contemporanea.

Attrice, cantante e ballerina nel musical “Oltre lo Zefiro” tratto da “il mago di Oz” di Baum, attrice e animatrice in spettacoli di vario genere dal brillante al drammatico, sempre in ambito locale; attualmente protagonista nel ruolo di Corie Bratter nella commedia “A piedi nudi nel parco” di Neil Simon.

Figurante nel film “Tutta colpa della musica” di Ricky Tognazzi e testimonial dello spot pubblicitario Vinchef 2012 (su youtube).

Elisabetta mi racconta la nascita della Compagnia Instabile dei Contastorie. “Era il lontano 1990 e quattro ragazzi squattrinati si trovano nella necessità di allestire un piccolo intrattenimento per bambini. Nasce così l'idea di provvedere da soli alla serata. Quel primo abbozzo di spettacolo fu una rivelazione per i ragazzi, e negli anni la compagnia porta in scena, sempre con maggior divertimento, spettacoli per bambini e ragazzi, rivisitando le favole classiche in modo surreale e moderno”.

Desiderosa di nuovi stimoli, la Compagnia si avvicina anche agli adulti, con la messa in scena de “Il piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupery; ”Vola solo chi osa farlo” tratto da “La gabbianella e il gatto” di Sepulveda; ”Signori bambini”di Pennac; ”Oltre lo Zefiro”con musiche e canzoni,tratto da “Il mago di Oz”di Baum.

“Privi di vergogna alcuna – mi racconta ancora Elisabetta – e con il coraggio di esplorare nuove vie, vengono allestiti anche spettacoli scritti da noi stessi, quali ”Qualcosa di cui parlare” dedicato alla lotta di Resistenza, e le commedie “La locanda di bambola” e “Vampiri”.

A metà aprile Elisabetta debutterà al teatro Erios di Vigliano con la interpretazione della divertente commedia di successo “Le prènom, cena fra amici” per la regia di Gigi Mosca.

Con Elisabetta le sorprese non finiscono mai e già mi rivela di una sua nuova attività futura, ma…questa è ancora una faluspa segreta!