La Provincia di Biella > Cronaca > Scoperta un’altra casa a luci rosse cinese
Cronaca Biella -

Scoperta un’altra casa a luci rosse cinese

Denunciati un uomo e una donna per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La "lucciola" è invece finita nei guai in quanto clandestina

Denunciati un uomo e una donna per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. La “lucciola” è invece finita nei guai in quanto clandestina

Due cinesi nei guai per sfruttamento della prostituzione. Si tratta di un uomo e una donna, rispettivamente il 36enne J. P.  e la 45enne Z. Y., entrambi residenti a Milano.

Al termine di un'indagine condotta dal Nucleo operativo radio mobile di Biella, i carabinieri hanno individuato una "casa chiusa" in via Cerino Zegna. Nell'appartamento vendeva il proprio corpo un'altra donna cinese, la 40enne clandestina e senza fissa dimora Z. Y., denunciata per ingresso e presenza illegale nel territorio nazionale.

Gli altri due, invece, sono stati denunciati per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Nello specifico, la donna pubblicizzava la "lucciola" con annunci su internet, mentre l'uomo si era occupato di affittare l'immobile.

© riproduzione riservata