Seguici su

Cronaca

Morti sospette, sono cinque i medici indagati all’ospedale di Biella

Pubblicato

il

Sono ben cinque i medici coinvolti nell’indagine della Procura sul reparto di Urologia dell’ospedale di Biella. Di due si conoscono i nomi. Uno è il primario Stefano Zaramella, accusato di duplice omicidio colposo. L’altra è la dottoressa Luisa Zegna, di Novara, da poco assunta al “Degli Infermi”. Ancora coperti dal segreto istruttorio invece i nomi degli altri tre medici: due sarebbero di Urologia, mentre il terzo di un altro reparto.

Sono ben cinque i medici coinvolti nell’indagine della Procura che interessa reparto di Urologia dell’ospedale di Biella. Di due si conoscono i nomi. Uno è il primario Stefano Zaramella, accusato di duplice omicidio colposo. L’altra è la dottoressa Luisa Zegna, di Novara, da poco assunta al “Degli Infermi”. Ancora coperti dal segreto istruttorio invece i nomi degli altri tre medici: due sarebbero di Urologia, mentre il terzo di un altro reparto.

La vicenda prende le mosse dalla morte di due pazienti, Daniele Skerletic e Rocco Varacalli. Secondo l’accusa, il primario avrebbe tentato di modificare i referti degli interventi chirurgici. Gli altri medici coinvolti sono invece accusati di avere firmato i referti delle operazioni omettendo di scrivere che il primario era assistito da Luisa Zegna, che però non essendo ancora stata assunta non aveva titolo per stare in sala operatoria. 

Copyright © 2022 laprovinciadibiella.it S.r.l. - P.IVA: 02654850029 - ROC: 30818
Reg. Tribunale di Biella n. 582 del 30/06/2014 - Direttore responsabile: Matteo Floris
Redazione: Via Vescovado, n. 5 - 13900 Biella - Tel. 015 32383 - Fax 015 31834 - Email: laprovinciadibiella@gmail.com