La Provincia di Biella > Cronaca > Dal 10 cambiano gli orari? Qualche ora prima si saprà (forse)!
Cronaca Biella -

Dal 10 cambiano gli orari? Qualche ora prima si saprà (forse)!

Stamane ho preso l'autobus e ho sentito diversi utenti che hanno chiesto informazioni sui nuovi orari in vigore da domani (parlo di domani non della prossima settimana!). L'autista sconsolato ha risposto che purtroppo non l'avevano ancora informato delle variazioni...

Stamane ho preso l’autobus e ho sentito diversi utenti che hanno chiesto informazioni sui nuovi orari in vigore da domani (parlo di domani non della prossima settimana!). L’autista sconsolato ha risposto che purtroppo non l’avevano ancora informato delle variazioni…

Stamane, lunedì 9 settembre alle 8,15, ho preso l'autobus che da Sagliano porta a Biella e ho sentito diversi utenti che hanno chiesto informazioni sui nuovi orari che entrano in vigore da domani (parlo di domani non della prossima settimana!). L'autista sconsolato ha risposto che purtroppo non l'avevano ancora informato delle variazioni.

Allora io vorrei sapere con molta sincerità se Regione e Provincia hanno deciso in modo definitivo, di affossare il trasporto pubblico, in quanto molti cittadini si stanno organizzando per conto loro con mezzi privati.

Quando non c'è neppure il rispetto per i cittadini, di informare, da un giorno all'altro, sulla variazione di un orario importante come quello della ripresa delle scuole, vuol dire che siamo arrivati alla frutta! Ascoltavo una signora che si lamentava perché ormai gli studenti non hanno più nulla in dotazione e devono portarsi da casa anche la carta igienica.

Gli utenti del pullman adesso cosa devono fare? Mettersi in un angolo della strada e attendere che passi un automezzo? Oppure come fanno diversi, percorrere a piedi lunghi tratti di strada perché non vi sono più né orari né coincidenze per giungere ai posti di lavoro?

Spero proprio che quando uscirà questa mia “falùspa-scintilla” di inizio settimana, almeno il sito internet sia in grado di dare le necessarie comunicazioni.

Rimane comunque il problema di eliminare qualche incertezza quotidiana dai cittadini per non fare aumentare quella che ho definito una “depressione collettiva”.

Eliminare qualche incertezza quotidiana si può, almeno dotando i cittadini del bene primario della informazione!

© riproduzione riservata