La Provincia di Biella > Cronaca > Badante ruba un orologio da 20mila euro a un anziano
Cronaca Biella -

Badante ruba un orologio da 20mila euro a un anziano

I militari del nucleo mobile della compagnia di Biella hanno scoperto che il convivente della donna si era informato sul valore dell'oggetto e sulla possibilità di reperirne una copia non originale. Entrambi sono stati segnalati alla Procura per furto e ricettazione

I militari del nucleo mobile della compagnia di Biella hanno scoperto che il convivente della donna si era informato sul valore dell’oggetto e sulla possibilità di reperirne una copia non originale. Entrambi sono stati segnalati alla Procura per furto e ricettazione

La badante di un anziano biellese gli ruba un orologio da 20mila euro, la Guardia di Finanza lo recupera durante un normale servizio di controllo del territorio.

Nelle vicinanze di un "Compro oro" cittadino, infatti, i militari hanno fermato nei giorni scorsi un disoccupato di nazionalità rumena in possesso di un orologio d’oro di notevole pregio. Le indagini hanno consentito di scoprire che l'uomo aveva appena fatto valutare il “Vacheron Costantin”, modello 42005,  e chiesto al titolare se vi fossero eventuali clienti interessati all’acquisto. Prima di lasciare il negozio, il ricettatore aveva inoltre domandato se fosse possibile reperire una copia non originale dell'oggetto.

Gli accertamenti effettuati dai finanzieri hanno poi permesso di ricondurre il furto alla fidanzata dell’individuo fermato, a sua volta di nazionalità rumena, che lavora come badante presso l'anziano proprietario dell'orologio.

I militari hanno immediatamente contattato il legittimo proprietario, che, con profondo stupore, ha constatato che la scatola in cui lo custodiva era vuota e ha quindi denunciato il furto.

Il fatto che il ricettatore si sia informato su come reperire una copia del Vacheron Costantin, fa presumere ai finanzieri che lui e la convivente avessero in mente di sostituire l’orologio rubato per riuscire a farla franca.

I due delinquenti sono dunque stati segnalati alla Procura della Repubblica per i reati di furto e ricettazione, mentre l'orologio è stato sequestrato per essere restituito al legittimo proprietario.

© riproduzione riservata