La Provincia di Biella > Cronaca > A Davide Pilloni il prestito d’onore del Rotary
Cronaca Valli Mosso e Sessera -

A Davide Pilloni il prestito d’onore del Rotary

Con i 15mila euro del finanziamento il giovane imprenditore potrà sviluppare la sua attività di viticoltore

Con i 15mila euro del finanziamento il giovane imprenditore potrà sviluppare la sua attività di viticoltore

Il giovane imprenditore agricolo Davide Pilloni, 22 anni di Mottalciata, è il primo vincitore, per l’anno 2012-2013, del bando del Prestito d'Onore che il Rotary di Valle Mosso ha lanciato per finanziare attività imprenditoriali under 40 del territorio biellese.

Pilloni è diplomato come perito agrario all'istituto tecnico Galileo Ferraris di Vercelli. Una volta conclusi gli studi, ha iniziato a lavorare su due ettari e mezzo di vigneti tra Mottalciata e Vigliano, dove, ricorrendo anche a mezzi di fortuna, da due anni ha avviato la sua attività di produttore di vino rosso che vende sfuso ai suoi conoscenti. Visti i buoni risultati di questa attività, ha ingrandito la sua azienda acquisendo nuovi vigneti per aumentare la produzione di vino e, dopo una selezione più accurata, imbottigliarne la parte più pregiata.

«Lo sviluppo della mia attività» spiega però il giovane imprenditore agricolo «in questo momento è ostacolato dal fatto che non dispongo delle necessarie attrezzature per gestire i vigneti nei mesi più impegnativi del lavoro e quindi perdo tempo ed energie negli spostamenti tra i vigneti e nell’allestimento, utilizzando macchine obsolete e poco sicure che ho ricevuto in prestito dai vecchi proprietari dei terreni».

Per accedere al prestito d’onore del Rotary di Valle Mosso, Pilloni ha proposto un progetto per l’ampliamento della sua attività con l’acquisizione di nuove vigne, l’aumento della produzione e il migliorandone la qualità, per riuscire a proporre sul mercato una propria etichetta. Con i 15mila euro del finanziamento del prestito d’onore, il giovane imprenditore potrà acquistare immediatamente un irroratore per le vigne, nuovi pali per strutturare il vigneto sulla collina di Vigliano, acquisire, da settembre, nuovi terreni e avviare, accedendo anche da un prestito bancario grazie alla garanzia dei soldi ricevuti, l’allestimento di una cantina con vasche in acciaio inox, una pompa per travasi e alcune botti.

© riproduzione riservata