La Provincia di Biella > Attualità > Lele Ghisio nuovo coordinatore del mondo del volontariato
Attualità Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Lele Ghisio nuovo coordinatore del mondo del volontariato

Il mondo del volontariato locale avrà un'unica voce. E sarà la loro. Quella dei membri del Comitato dell’Organismo per la Rappresentanza del Volontariato biellese, eletti di recente nella sede del Csv Biella, nel corso dell’Assemblea delle associazioni aderenti. Lele Ghisio (Associazione Agorà) sarà il coordinatore. Lo affiancheranno Carla Capellaro (ASA), Valerio Monteleone (CBAU) e Carolina Valentino (Amici del Volontariato di Pralungo).

Il mondo del volontariato locale avrà un’unica voce. E sarà la loro. Quella dei membri del Comitato dell’Organismo per la Rappresentanza del Volontariato biellese, eletti di recente nella sede del Csv Biella, nel corso dell’Assemblea delle associazioni aderenti. Lele Ghisio (Associazione Agorà) sarà il coordinatore. Lo affiancheranno Carla Capellaro (ASA), Valerio Monteleone (CBAU) e Carolina Valentino (Amici del Volontariato di Pralungo).

Il mondo del volontariato locale avrà un’unica voce. E sarà la loro. Quella dei membri del Comitato dell’Organismo per la Rappresentanza del Volontariato biellese, eletti di recente nella sede del Csv Biella, nel corso dell’Assemblea delle associazioni aderenti. Lele Ghisio (Associazione Agorà) sarà il coordinatore. Lo affiancheranno Carla Capellaro (ASA), Valerio Monteleone (CBAU) e Carolina Valentino (Amici del Volontariato di Pralungo).

L’elezione del Comitato rappresenta il punto di arrivo dell’attività di studio condotta, negli ultimi due anni, da un apposito gruppo di lavoro, con il sostegno del Csv Biella, e sarà, al contempo, punto di partenza per favorire il dialogo con enti e istituzioni, portando avanti le istanze del volontariato biellese.

«Sarà un’esperienza nuova – commenta Lele Ghisio – che coinvolgerà me come gli altri neoeletti membri del Comitato. Il processo di costituzione dell’Organismo è stato piuttosto lungo, perché si è cercato di definire una forma di rappresentanza non verticale, ma sostenuta da un circolo di persone che lavorassero per dare voce assieme al variegato mondo del volontariato biellese. Quella che è stata la necessità originaria sentita dalle stesse associazioni, ovvero darsi una rappresentanza più politica, un segnale di vita anche in campo relazionale”.

Da quest’anno questa voce unitaria ci sarà. I membri del Comitato saranno a capo di commissioni specifiche, vero e proprio strumento di azione della rappresentanza del volontariato biellese, incentrate su macroaree di approfondimento come le povertà, che coinvolgono lavoro, casa e salute; la sussidiarietà, per dare risposta ai bisogni sociali con servizi di qualità.

© riproduzione riservata