La Provincia di Biella > Senza categoria > FOTOGALLERY – “Attività creative”, sabato la premiazione del concorso per le scuole
Senza categoria Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

FOTOGALLERY – “Attività creative”, sabato la premiazione del concorso per le scuole

Le opere realizzate dalle varie classi, oltre sessanta, sono intanto già esposte nei negozi di via Italia. La manifestazione supportata da Seab e da Ascom è organizzato dall’Associazione Amici dell’Aimc di Biella.

Le opere realizzate dalle varie classi, oltre sessanta, sono intanto già esposte nei negozi di via Italia. La manifestazione supportata da Seab e da Ascom è organizzato dall’Associazione Amici dell’Aimc di Biella.

E’ fissata per sabato a Città Studi la premiazione del concorso “Attività Creative”, a cui hanno partecipato scuole primarie dell’infanzia di tutta la Provincia. Le opere realizzate dalle varie classi, oltre sessanta, sono intanto già esposte nei negozi di via Italia. La manifestazione supportata da Seab e da Ascom è organizzato dall’Associazione Amici dell’Aimc di Biella.

“L’anno scorso – spiegano i promotori -, rispondendo alle necessità degli insegnanti che lamentavano carenza di materiale didattico nelle classi e stimolando lo spirito manipolativo dei bambini, l’associazione ha bandito un concorso di attività creative, aperto alle scolaresche delle scuole dell’infanzia e primaria della provincia, mettendo a disposizione premi in materiale didattico. Gli elaborati dovevano essere frutto della classe/sezione e non del singolo perché nessuno ne fosse escluso. Hanno aderito all’iniziativa 600 alunni: un numero al di sopra delle aspettative. Gli Insegnanti hanno chiesto di ripetere l’iniziativa anche quest’anno e a sono stati più di1200 i bambini iscritti”.

Scopo del concorso era realizzare un’opera creativa utilizzando soltanto imballaggi di prodotti alimentari. “Abbiamo aderito volentieri perché da sempre Seab ritiene che una vera coscienza ambientale si crei già a scuola – spiega l’amministratore delegato della municipalizzata Silvio Belletti -, parlare di raccolta differenziata, di riutilizzo ai ragazzi è sempre un piacere, perché sono svelti nell’imparare e quindi diventano i nostri migliori alleati all’interno delle famiglie, in grado speso di spiegare agli adulti come trattare correttamente i rifiuti”.

Stesso entusiasmo da parte del presidente di Ascom Mario Novaretti. “I commercianti del centro di Biella hanno esposto volentieri le opere realizzate dai ragazzi che hanno dato dei risultati straordinari. E’ stata una bella iniziativa speriamo di avere smosso nei ragazzi la corretta coscienza ambientale, l’obiettivo didattico credo sia stato raggiunto”.

L’associazione è nata per ricordare la maestra Enrica Marchisio (fondatrice e presidente dell’AIMC di Biella Associazione Italiana Maestri Cattolici).

“Chi l’ha conosciuta dice che Enrica è stata un buon modello di educatrice che con la sua spiccata personalità sapeva coinvolgere e accompagnare grandi e piccini”.

Quindi gli “amici dell’ AIMC”, ispirandosi al suo esempio che arrivava al cuore delle persone, mettono a disposizione competenze e tempo in attività di volontariato in collaborazione con le scuole, i servizi sociali e le parrocchie per interventi individuali rivolti a bambini e ragazzi di famiglie in difficoltà educative.

All’iniziativa hanno collaborato Ascom, Seab, Caritas, CTV di Biella, Fondazione Cassa di Risparmio e la ditta Bonda. È stato richiesto il patrocinio del Comune della città di Biella.

Domani, come detto, presso l’Auditorium di Città Studi a Biella (messo a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella), avranno luogo le premiazioni delle classi partecipanti al concorso. Ci saranno sei premi importanti, ma anche premi per tutte le classi che hanno partecipato.

La sede dell’associazione è in via Marconi 15 (interno cortile, II piano, presso Azione Cattolica), è aperta l’ultimo mercoledì di ogni mese dalle 15 alle 18 ( tel 333.2154709 e 348.3384818): “Tutti possono aderire alla nostra associazione, non solo insegnanti, ma anche genitori, nonni, persone che vogliano mettere a disposizione un po’ del loro tempo e … tante idee a servizio dei nostri bambini”

Articolo precedente
Articolo precedente