La Provincia di Biella > Sport > Sale la febbre per il Giro d’Italia
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Sale la febbre per il Giro d’Italia

Il Giro d'Italia torna nel Biellese. Di nuovo. Per il secondo anno consecutivo la Corsa Rosa coinvolgerà anche il nostro territorio.

Il Giro d’Italia torna nel Biellese. Di nuovo. Per il secondo anno consecutivo la Corsa Rosa coinvolgerà anche il nostro territorio.

Il Giro d’Italia torna nel Biellese. Di nuovo. Per il secondo anno consecutivo la Corsa Rosa coinvolgerà anche il nostro territorio. Non più come lo scorso anno, quando a una settimana dal termine la carovana arrivò al Santuario di Oropa per poi ripartire la mattina successiva da Valdengo. Questa volta – l’edizione del 2015 sarà la numero 98, partirà da Sanremo per concludersi con la Torino-Milano, l’ultima frazione che omaggerà contemporaneamente la Capitale Europea dello Sport e la sede dell’Expo – il gruppo passerà in giornata e se ne andrà quasi subito, ma si tratta comunque di una bella vetrina.

La tappa sarà quella di venerdì 29 maggio, la 19esima, la Gravellona Toce-Cervinia di 237 chilometri. Una tappa – a due giorni dalla conclusione – che potrebbe anche rivelarsi decisiva per le sorti del Giro, con quattro Gran Premi della Montagna, il primo dei quali sarà proprio “qui da noi”. Il gruppo entrerà nel Biellese da San Giacomo di Masserano, poi toccherà Cossato e pedalerà alla volta di Mongrando, da qui attaccherà la salita della Serra, poi si sposterà nel Canavese e di dirigerà verso la Valle d’Aosta.

Oggi pomeriggio l’argomento è stato affrontato dal Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, presieduto dal viceprefetto vicario. All’incontro hanno partecipato i vertici delle forze di polizia e dei vigili del fuoco, i rappresentanti della Regione e della Provincia, sindaci e rappresentanti dei Comuni di Biella, Brusnengo, Camburzano, Cossato, Cerreto Castello, Donato, Lessona, Mongrando, Occhieppo Inferiore, Quaregna e Valdengo, nonché il rappresentante dell’organizzazione Rcs. Lo scopo era analizzare le problematiche di sicurezza connesse all’evento.

Nei prossimi giorni la prefettura disporrà la sospensione del traffico su tutti i tratti di strada interessati.

Articolo precedente
Articolo precedente