La Provincia di Biella > Sport > RALLY DELLA LANA – Le tre prove speciali
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

RALLY DELLA LANA – Le tre prove speciali

Dalla Curino, alla Bioglio, alla Soprana: i tracciati che decreteranno il nuovo re della gara. La seconda frazione non potrà decidere il vincitore, ma quei chilometri saranno determinanti

Dalla Curino, alla Bioglio, alla Soprana: i tracciati che decreteranno il nuovo re della gara. La seconda frazione non potrà decidere il vincitore, ma quei chilometri saranno determinanti

“Curino”, “Soprana”, “Bioglio”. Questi i nomi delle tre prove speciali che vanno a comporre l’edizione 2015 del “Rally della Lana”. E tutte e tre sono da ripetere tre volte. Per un totale di nove prove cronometrate.

I piloti non avranno vita facile sulle strade biellesi, soprattutto nel corso della seconda frazione, quella della celebre curva del “tabaccaio”, quella dove sarà facile perdere secondi preziosi.

Prova speciale “Curino”

La prova riprende la seconda metà della classicissima prova “Baltigati”, sempre presente nelle 29 edizioni precedenti.
Si parte appena dopo la famosa inversione di Curino e dopo un paio di stretti tornanti ci si lancia in un veloce tratto di leggera ma costante salita fino al passaggio rettilineo della frazione Santa Maria. Da lì la strada si fa più lenta e molto tortuosa con un susseguirsi di curve e controcurve soprattutto nella parte in piano in prossimità del bivio del Colmo. Gli ultimi due chilometri sono in discesa, verso l’abitato di Pray, con brevi tratti veloci inframezzati da impegnative curve e tornanti.
La sede stradale è generalmente buona e, a inizio e fine prova, abbastanza larga.

Prova speciale “Soprana”

Anche qui ci troviamo nel cuore delle classicissime prove che hanno da sempre caratterizzato il “nostro” rally. Prova nervosissima, molto guidata, lenta, estremamente tortuosa, una prova che concede poco spazio alla velocità.
Subito una serie di tornanti in discesa, per poi correre veloci verso l’abitato di Mezzana, dove, ripercorrendo la classica curva del “tabaccaio”, si entra in un vero e proprio toboga fatto di curve strette, tornanti ed inversioni.
Solo abbandonata Mezzana si ritrova un breve tratto rettilineo che culmina al quadrivio di Casapinta, da lì un altro tratto guidato fino alle porte di Strona, dove la prova finisce nei pressi del Lanificio Zignone.

Prova speciale “Bioglio”

Una prova molto conosciuta, ma che ci riserva una piccola sorpresa. Semplicemente è “al contrario” del suo normale svolgimento.
Parte dalla frazione Triverio di Bioglio e termina allo sbocco della stradina di San Francesco, nel comune di Ternengo. Praticamente quasi tutta in discesa, un inizio breve ma più pronunciato, inframezzata da una parte piana e abbastanza tortuosa, per poi tornare a scendere in maniera lieve ma costante verso il fine prova.
Ed anche la sede stradale varia con il passare dei chilometri, molto ampia all’inizio si stringe di molto al bivio di San Francesco fino all’arrivo.


Articolo precedente
Articolo precedente