La Provincia di Biella > Sport > Laquintana, forse nel week-end
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Laquintana, forse nel week-end

Oggi o domani potrebbero essere i giorni decisivi per Tommaso Laquintana. Il giovane playmaker classe 1995 di Monopoli è infatti a un passo dalla firma con Pallacanestro Biella.

Oggi o domani potrebbero essere i giorni decisivi per Tommaso Laquintana. Il giovane playmaker classe 1995 di Monopoli è infatti a un passo dalla firma con Pallacanestro Biella.

Oggi o domani potrebbero essere i giorni decisivi per Tommaso Laquintana. Il giovane playmaker classe 1995 di Monopoli è infatti a un passo dalla firma con Pallacanestro Biella.

Come più volte detto nei giorni scorsi, Laquintana arriverebbe con la formula del prestito da Capo d’Orlando, ma il suo sbarco all’ombra del Mucrone è subordinato al ripescaggio del club siciliano nella massima serie. Proprio ieri pomeriggio il primo consiglio federale della nuova stagione presieduto dal presidente Gianni Petrucci – tenutosi nella Sala Giunta del Coni, a Roma – ha espresso parere favorevole sulla “promozione d’ufficio” in A dell’Orlandina.

Al terzo punto in scaletta, infatti, è stato discusso il format del prossimo campionato di serie A, dopo la retrocessione di Montegranaro, che non ha potuto presentare domanda di ripescaggio in quanto non ha risolto i grossi problemi societari ed economici che l’hanno afflitta nelle ultime annate, e dopo la “defenestrazione” della Mens Sana Siena, dichiarata fallita dal Tribunale di Siena la settimana scorsa, redenendo necessaria la sua sostituzione. Dato per certo che 15 società non hanno alcun problema relativamente all’iscrizione (si tratta di Olimpia Milano, campione d’Italia in carica, Dinamo Sassari, Virtus Roma, Pallacanestro Cantù, New Basket Brindisi, Pallacanestro Reggiana, Pistoia Basket 2000, Juve Caserta, Pallacanestro Varese, Reyer Venezia, Scandone Avellino, Virtus Bologna, Vanoli Cremona, Victoria Libertas Pesaro e la neopromossa Aquila Trento 2013), l’ultima casella dovrebbe essere occupata da Capo d’Orlando, finalista dei play-off di Lega Gold. Alle spalle della società siciliana, però, premono Verona e Torino, le due semifinaliste della Dna Gold, che hanno presentato entrambe uguale domanda di ripescaggio in serie A.

Andrea Rossetti

Ampio servizio in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente