La Provincia di Biella > Sport > L’Angelico espugna il PalaTriccoli
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Fuori provincia Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

L’Angelico espugna il PalaTriccoli

Seconda giornata di campionato e prima trasferta della stagione per l'Angelico, impegnata al PalaTriccoli di Jesi contro la Fileni. Un parquet che né Pallacanestro Biella né coach Fabio Corbani sono mai riusciti a espugnare.

Seconda giornata di campionato e prima trasferta della stagione per l’Angelico, impegnata al PalaTriccoli di Jesi contro la Fileni. Un parquet che né Pallacanestro Biella né coach Fabio Corbani sono mai riusciti a espugnare.

Seconda giornata di campionato e prima trasferta della stagione per l’Angelico, impegnata al PalaTriccoli di Jesi contro la Fileni. Un parquet che né Pallacanestro Biella né coach Fabio Corbani sono mai riusciti a espugnare.

L’avvio di gara è però di chiara marca rossoblù. Biella vola infatti 22-9 dopo 5’30” e al termine del primo quarto è avanti 33-24, trascinata da un immenso Alan Voskuil che, forse galvanizzato dalla sfida con il cecchino marchigiano Ian Miller, è già a quota 13 punti con 4 triple a segno.

Gli ospiti continuano a restare avanti (44-34 a metà del secondo quarto) e tornano negli spogliatoi per l’intervallo lungo con un +8 sul tabellone (53-45). Raymond raggiunge Voskuil a quota 13 punti personali, ottimo anche l’apporto di Chillo, a quota 12.

Jesi inizia però decisamente meglio il terzo quarto (7-0 il break dei padroni di casa) e si affida proprio al suo bomber principale, quel Miller che quando mancano ancora 15 minuti alla sirena finale ha già scritto a referto qualcosa come 29 punti. Biella fatica un po’ di più rispetto alla prima frazione (anche perchè tira piuttosto male dalla lunetta: 10/16 per un misero 63%), ma riesce comunque a mantenere il naso avanti (61-57 al 25′). Il finale di quarto torna poi a sorridere all’Angelico, che rimette 10 punti tra sé e gli avversari, salvo subire due punti a 1″ dalla conclusione che fissano il risultato sul 78-70 quando iniziano gli ultimi 10 minuti dell’incontro.

I rossoblù tentano di piazzare l’allungo decisivo in apertura di quarto periodo e volano sul +12 (82-70). Jesi perde Miller (fermatosi a “soli” 33 punti), che ha commesso il suo quinto fallo, ma ci pensa Borsato a tenere vive le speranze dell’Aurora, piazzando una bomba provvidenziale. A poco meno di 5′ dal termine Biella riesce ugualmente a conservare 8 fondamentali punti di margine (85-77). E con il medesimo divario si entra nell’ultimo minuto di gioco. La Fileni tenta disperatamente di riaprire la contesa, gli ospiti provano invece a tenere a distanza i padroni di casa, facendo anche i conti con un palazzetto che si è trasformato in una vera e propria bolgia.

E allo scoccare del 40′, la sirena del PalaTriccoli vede l’Angelico festeggiare il primo successo in terra jesina. E’ finita 95-89 per Biella – oltre quota 93 punti per la seconda partita di fila (in due giornate di campionato) – che ha avuto il merito di mandare ben cinque giocatori in doppia cifra. Top scorer rossoblù è il “solito” Alan Voskuil, che ha segnato 28 punti, smistando anche la bellezza di 8 assist e catturando 5 rimbalzi, poi ottimo è stato il contributo di Chillo, a quota 17. Seguono Raymond con 13, Infante con 11 e Laquintana con 10.

Articolo precedente
Articolo precedente