La Provincia di Biella > Sport > Gli avversari dei rossoblù: l’Assigeco Casalpusterlengo
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Gli avversari dei rossoblù: l’Assigeco Casalpusterlengo

Casalpusterlengo - la squadra che fu di Fabio Corbani (e di Danilo Gallinari e Pietro Aradori) - in A2 Gold ci si è ritrovata (via ripescaggio in seguito alla promozione d’ufficio nella massimo serie dell’Upea Capo d’Orlando al posto di Siena) dopo la finale persa con Mantova.

Casalpusterlengo – la squadra che fu di Fabio Corbani (e di Danilo Gallinari e Pietro Aradori) – in A2 Gold ci si è ritrovata (via ripescaggio in seguito alla promozione d’ufficio nella massimo serie dell’Upea Capo d’Orlando al posto di Siena) dopo la finale persa con Mantova.

Casalpusterlengo – la squadra che fu di Fabio Corbani (e di Danilo Gallinari e Pietro Aradori) – in A2 Gold ci si è ritrovata (via ripescaggio in seguito alla promozione d’ufficio nella massimo serie dell’Upea Capo d’Orlando al posto di Siena) dopo la finale persa con Mantova. E con un roster pronta a fare la Silver (di alto livello), figlia di sei conferme della scorsa stagione, tra le quali quella di Alvin Young (12.7 punti, 2.7 rimbalzi, 1.9 assist in 26 minuti di media), 39 anni di classe pura, e di Howard Sant-Ross (14.3+6.4+3.8 in 31’), il primo cubano del campionato italiano.

L’infortunio estivo di Matteo Canavesi (4.8+2.6 in 14’ nelle cinque partite disputate), che ha riaperto il mercato, ha rappresentato un bel problema ad inizio campionato, mentre importante è stato l’innesto di Lorenzo Saccaggi (10.5+2.5+3.8 in 27’ e sei gare con i lodigiani) una volta che Forlì ha mollato gli ormeggi e abbandonato il torneo. Tutto somato comunque la stagione è trascorsa sino ad ora in tranquillità e la relativa salvezza dovrebbe ormai essere assodata per la truppa guidata dal tecnico Andrea Zanchi, pure lui confermato. Ruolo di primo piano per Mitchell Poletti (11.9+8.8 in 33’), già a Casalpusterlengo ai tempi dell’attuale tecnico rossoblù e reduce da qualche stagione di troppo in chiaroscuro, Filippo Alessandri (3.3+1 in 11’) e Manuel Carrizo (5.6+2.2+1 in 14’), il “passaportato” di esperienza. Importante anche il ruolo dei giovani di buon livello come Marco Spissu (6.2+1.9+1.2 in 17’), elemento di scuola Dinamo Sassari, Daniel Donzelli (4.6+2.2+1 in 16’) e il figlio d’arte Luca Vencato (3.1+2.9+1.9 in 18’), mentre a portare esperienza ci pensa anche Alberto Chiumenti (6.1+3.1 in 17’).

Articolo precedente
Articolo precedente