La Provincia di Biella > Sport > E’ grande derby a Cossato
Sport Biella Circondario -

E’ grande derby a Cossato

Tempo di derby biellese nel torneo di Promozione, giunto oggi alla 14esima giornata (calcio d’inizio alle 14.30). Ma più in generale sono parecchie le sfide dall’elevato coefficiente di interesse.

Tempo di derby biellese nel torneo di Promozione, giunto oggi alla 14esima giornata (calcio d’inizio alle 14.30). Ma più in generale sono parecchie le sfide dall’elevato coefficiente di interesse.

Tempo di derby biellese nel torneo di Promozione, giunto oggi alla 14esima giornata (calcio d’inizio alle 14.30). Ma più in generale sono parecchie le sfide dall’elevato coefficiente di interesse.

I riflettori di casa nostra saranno comunque puntati sullo stadio “Ezio Abate”, dove i padroni di casa del Cossato ospiteranno il Ponderano. Due squadre per certi versi diverse, ma neppure poi troppo. Gli azzurri hanno avuto un avvio di stagione piuttosto in sordina, ma partita dopo partita hanno scalato la classifica e ora si trovano a occupare i piano alti, anzi altissimi e possono candidarsi al ruolo di principale rivale della capolista Virtus Cusio, che a sua volta potrebbe non avere vita troppo facile contro il Bollengo Albiano Morenica, seppur in casa. Mister Giuseppe Albertini, peraltro, non ha praticamente mai potuto contare su Varacalli, alle prese con un brutto infortunio. Un’assenza di peso, dunque, ma ha trovato in Mattia Urban, che pure centravanti puro non è, un validissimo sostituto, tanto da aver già toccato quota 11 reti. I nerostellati di Roberto Sigolo sono invece stati protagonisti di una partenza sprint, cogliendo un po’ tutti di sorpresa in quanto sono pur sempre una matricola per la categoria. Poi è arrivato un calo fisiologico, ma nell’ultima uscita ecco il colpaccio: espugnato il campo dello Stresa ribaltando il risultato con due reti tra il 90’ e il 95’. All’“Abate” ci sarà da divertirsi allora…

Ma anche la partita di Verrone non sarà da meno in quanto a importanza, Si affrontano infatti le ultime della classe, il Ceversama e il Gattinara, per una sfida che potrebbe anche emettere un primo, seppure parziale, verdetto. La lotta per la salvezza resta comunque apertissima e il giovane gruppo gialloblù guidato dall’esperienza di Roberto Manzo ha tutte le carte in regola per provare a dire la sua, anche non sarà facile.

Ha bisogno di punti per tirarsi finalmente fuori dalle sabbie mobili della bassa classifica anche la Fulgor Ronco Valdengo, ad oggi senza dubbio la squadra più indecifrabile del poker laniero. Capace di grandi risultati come di tonfi assolutamente inaspettati, domani la formazione azzurra di mister Alberto Ghiron riceverà la vista del tosto Piedimulera.

I recuperi infrasettimanali

Serata di recuperi quella di mercoledì. Si sono infatti disputate le gare rinviate due settimane fa a causa della forte ondata di maltempo che ha riguardato l’intero Nord Italia. Una giornata che ha esaltato ancora una volta il Cossato, tornato al secondo posto in virtù del secco 3-1 rifilato alla Dufour Varallo. Subito a segno Rocco (al 1’), poi bis di capitan Ciarmatori al 40’ e acuto del “solito” Urban al 60’. Gol ospite di Ivaldi al 72’.

Non è andata bene al Ceversama, ko in casa contro il forte Piedimulera. E’ finita 1-0 per gli ospiti, a decidere la contesa la rete di Elca al 30’. Brutto infortunio per Dogliani, che probabilmente ha chiuso anzitempo la stagione.

La Coppa Italia

Si è conclusa giovedì la seconda fase della Coppa Italia di categoria. La Fulgor Ronco Valdengo per l’occasione ha giocato a Verrone contro la Romentinese. La partita è terminata con il punteggio di 2-2 (Friddini al 12’ e al 68′, Ponte al 28’ e Massara al 43’), un risultato che ha dunque estromesso gli azzurri, ultimi nel triangolare (c’era anche l’Alicese) con un solo punto all’attivo.

Articolo precedente
Articolo precedente