La Provincia di Biella > Sport > Biella Volley, la salvezza è un miraggio
Sport Biella Cossatese -

Biella Volley, la salvezza è un miraggio

Di nuovo nel baratro. La salvezza torna ad essere un miraggio per il Biella Volley. Appena due settimane fa era solamente un punto a separare i lanieri dalla certezza della permanenza in serie B2, l’obiettivo stagionale, ma le ultime due sconfitte - contro una Cantù imbottita di giocatori della squadra di A2, e a Milano - hanno complicato terribilmente il percorso, se non addirittura l’hanno reso impossibile.

Di nuovo nel baratro. La salvezza torna ad essere un miraggio per il Biella Volley. Appena due settimane fa era solamente un punto a separare i lanieri dalla certezza della permanenza in serie B2, l’obiettivo stagionale, ma le ultime due sconfitte – contro una Cantù imbottita di giocatori della squadra di A2, e a Milano – hanno complicato terribilmente il percorso, se non addirittura l’hanno reso impossibile.

Di nuovo nel baratro. La salvezza torna ad essere un miraggio per il Biella Volley. Appena due settimane fa era solamente un punto a separare i lanieri dalla certezza della permanenza in serie B2, l’obiettivo stagionale, ma le ultime due sconfitte – contro una Cantù imbottita di giocatori della squadra di A2, e a Milano – hanno complicato terribilmente il percorso, se non addirittura l’hanno reso impossibile.

Sabato sera era oggettivamente difficile fare di più. Il Forza e Coraggio si è confermato troppo forte per capitan Monaldi e compagni. I lombardi si sono imposti con un secco 3-0 (25-20, 25-17 e 25-14 i parziali), facendo valere il fattore campo e la propria seria candidatura in vista di un piazzamento nei play-off. Una sconfitta arrivata appena sette giorni dopo quella subito appunto sul parquet di Cantù e che, complice il successo del Volley Milano sul Gonzaga, mette ora la bellezza di sei lunghezze tra la squadra biellese e la tanto agognata zona salvezza, quando mancano sette giornate alla fine del campionato.

Serie C femminile

Una giornata estremamente favorevole all’Angelico l’ultima giocata del campionato di C femminile. Il Teamvolley ha infatti compiuto appieno il proprio dovere, espugnando il parquet dell’Igor Trecate – non senza qualche difficoltà alla luce della determinazione delle novaresi, a caccia di punti preziosi per la salvezza – e centrando un successo che, virtualmente almeno, lo riporta in vetta alla graduatoria.

Questo perché il Lingotto ha osservato il turno di riposo previsto dal calendario (in seguito all’abbandono della Reale Mutua Borgogna di Vercelli) e dunque le cossatesi hanno potuto raggiungere le torinesi al secondo posto, mentre il Calton capolista è stato addirittura sconfitto con un secco 3-1 a domiciolio dal Ccs Cogne Acciai Speciali. Il sestetto di Caluso conserva così appena tre lunghezze di vantaggio sull’accoppiata Angelico-Lingotto, ma deve ancora riposare e quindi, ipoteticamente, la vetta è occupata da un terzetto. E il prossimo fine settimana a Lessona si gioca Teamvolley-Calton…

Le ragazze di coach Alessio Bellagotti sono state protagoniste di una buona partita a Trecate, resistendo alle folate delle padrone di casa e piazzando l’allungo decisivo nei momenti decisivi del match: è finita con un secco 3-0, frutto dei parziali di 25-22, 25-17 e 25-21.

Una partita dai due volti, invece, quella che ha visto la SprintVirtus tornare al successo dopo quattro sconfitte consecutive. La Gamba Safety ha battuto 3-2 al PalaSarselli il Lasalliano, gettando però al vento due parziali. Dopo aver vinto meritatamente i primi due set con un doppio 25-22, le nerofucsia sono infatti crollate nel terzo, nel quale hanno subito un parziale incredibile di 9-0 (è finito 25-19). La “sberla” subita si è poi fatta sentire nel quarto gioco, quando le torinesi hanno trovato strada libera per raggiungere il pareggio e ne hanno prontamente approfittato (25-15). Alla fine sono comunque arrivati i due punti, in virtù di un tie-break che ha visto le padrone di casa condurre fin dalla battuta iniziale. Rocci si è letteralmente caricata le compagne sulle spalle, permettendo alla SprintVirtus di scrolarsi di dosso le rivali, che hanno avuto il merito di restare sempre a contatto, sino al 15-12 finale.

Serie D femminile

Ha affrontato l’Igor anche il Botalla Formaggi, capolista in serie D. La squadra targata Teamvolley non ha avuto grossi problemi a sbarazzarsi della concorrenza della seconda formazione trecatese, imitando le “cugine” più grandi della C e imponendosi con un altrettanto netto 3-0 (parziali di 25-19, 25-19 e 25-18).

Ancora una sconfitta (la terza consecutiva), invece, per il Cacciati. Le giocatrici guidate da Andrea Sereno hanno infatti perso in trasferta a Châtillon, contro un Csi che ha letteralmente dominato il primo set, chiuso 25-14, lottando poi nelle successive due frazioni, pur senza troppa fortuna (25-19 e 25-18 per le valdostane).

Articolo precedente
Articolo precedente