La Provincia di Biella > Sport > Badovini ancora super nella stagione “oscurata”
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Badovini ancora super nella stagione “oscurata”

Prosegue l’eccellente stagione “oscurata” di Ayrton Badovini. Il pilota biellese sta infatti stupendo un po’ tutti nel circus del Mondiale Superbike in sella alla neonata Bimota BB3. Il problema è che i suoi risultati, in attesa della definitiva omologazione da parte della Fmi, vengono cancellati appena la moto taglia il traguardo. Un vero peccato, anche perchè nell’ultima gara iridata Badovini ha superato ancora una volta se stesso.

Prosegue l’eccellente stagione “oscurata” di Ayrton Badovini. Il pilota biellese sta infatti stupendo un po’ tutti nel circus del Mondiale Superbike in sella alla neonata Bimota BB3. Il problema è che i suoi risultati, in attesa della definitiva omologazione da parte della Fmi, vengono cancellati appena la moto taglia il traguardo. Un vero peccato, anche perchè nell’ultima gara iridata Badovini ha superato ancora una volta se stesso.

Prosegue l’eccellente stagione “oscurata” di Ayrton Badovini.

Il pilota biellese sta infatti stupendo un po’ tutti nel circus del Mondiale Superbike in sella alla neonata Bimota BB3. Il problema è che i suoi risultati, in attesa della definitiva omologazione da parte della Fmi, vengono cancellati appena la moto taglia il traguardo. Un vero peccato, anche perchè nell’ultima gara iridata Badovini ha superato ancora una volta se stesso.

A Donington, in Inghilterra, ha sfiorato l’impresa nel corso della Superpole del sabato, quando su pista bagnata – una condizione che pare davvero preferire – aveva fatto registrare il secondo miglior tempo, salvo poi doversi chiamare fuori dalla bagarre a causa di una caduta nella quale ha rovinato anche la moto. Domenica, in gara1 è stato grande protagonista, chiudendo con un ottimo decimo posto assoluto, ma è stato in gara2 che si è ancora superato, tagliando il traguardo al nono posto e dunque entrando nei migliori dieci. Risultati questi che gli avrebbero permesso di conquistare un comodo successo, e non sarebbe stato il primo della stagione, nella categoria Evo. Peccato solo che sia stato tutto inutile in termini di classifica.

A vincere la gara è stato il campione del mondo in carica, il britannico Tom Sykes, che sulla sua Kawasaki ha vinto entrambe le manche riprendendosi la vetta della classifica generale dal connazionale Jonathan Rea su Honda, questa volta piuttosto sottotono rispetto alle ultime uscite.

Articolo precedente
Articolo precedente