La Provincia di Biella > Sport > Angelico, qualche soldo in meno
Sport Biella -

Angelico, qualche soldo in meno

Tutto come previsto. Il consiglio di amministrazione di Pallacanestro Biella - svolto nel tardo pomeriggio di giovedì nella nuova sede di via De Mosso a Chiavazza - non ha riservato particolari sorprese. L’assemblea dei soci ha infatti sciolto le (poche per la verità) nubi che negli ultimi giorni si era affacciate sul futuro rossoblù: nessuna serrata, si va avanti.

Tutto come previsto. Il consiglio di amministrazione di Pallacanestro Biella – svolto nel tardo pomeriggio di giovedì nella nuova sede di via De Mosso a Chiavazza – non ha riservato particolari sorprese. L’assemblea dei soci ha infatti sciolto le (poche per la verità) nubi che negli ultimi giorni si era affacciate sul futuro rossoblù: nessuna serrata, si va avanti.

Tutto come previsto. Il consiglio di amministrazione di Pallacanestro Biella – svolto nel tardo pomeriggio di giovedì nella nuova sede di via De Mosso a Chiavazza – non ha riservato particolari sorprese.

L’assemblea dei soci ha infatti sciolto le (poche per la verità) nubi che negli ultimi giorni si era affacciate sul futuro rossoblù: nessuna serrata, si va avanti. Certo è che il periodo di “vacche magre” non è ancora terminato e dunque il budget dovrà subire un ulteriore, leggero ritocco al ribasso. Se per la stagione 2013/2014 di Lega Gold si aggirava sul milione e mezzo di euro, in vista del campionato 2014/2015 di serie A2 Gold (questa la nuova denominazione, ndr) si dovrebbe operare un taglio intorno al 10-20%, quindi il budget dovrebbe essere il milione e 200mila e il milione e 350mila euro. E ad oggi dovrebbe già esserci una copertura che ammonterebbe al milione. Una situazione che peraltro non dovrebbe riguardare solamente Biella, ma pure tante altre società, Veroli e quella Montegranaro fresca di retrocessione dalla massima serie che potrebbe anche rinunciare e ripartire dal piano ancora inferiore, dalla Silver.

La ricerca di sponsor e nuovi partner è sempre attiva, 24 ore su 24. In primo luogo resta da capire quali sono le intenzioni del Lanificio Angelico, che potrebbe anche non essere più il main sponsor (ma Massimo Angelico dovrebbe continuare a ricoprire la carica di presidente), poi è sempre aperta la “questione Eurotrend”, con la speranza che il presidente Francesco Montoro possa tornare sui suoi passi e restare nell’organigramma societario. Pure investitori di grosso calibro, come Mapfre e Bonprix, potrebbero aumentare, anche se di poco, il proprio contributo.

Andrea Rossetti

Tutti i dettagli in edicola domani sulla Nuova Provincia di Biella.

Articolo precedente
Articolo precedente