La Provincia di Biella > Sport > Angelico, giorni di attesa e di sogni
Sport Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Angelico, giorni di attesa e di sogni

Il mondo che gravita attorno a Pallacanestro Biella vive giornate sospese tra l’attesa e il sogno. Partiamo dall’attesa, che è sicuramente più concreta. L’ufficialità tarda ad arrivare. Ma manca proprio solo quella. Con tutta probabilità, ormai lo sanno anche i muri, Tommaso Laquintana sarà il prossimo playmaker dell’Angelico. Si dividerà i minuti in cabina di regia con il confermatissimo Simone Berti.

Il mondo che gravita attorno a Pallacanestro Biella vive giornate sospese tra l’attesa e il sogno. Partiamo dall’attesa, che è sicuramente più concreta. L’ufficialità tarda ad arrivare. Ma manca proprio solo quella. Con tutta probabilità, ormai lo sanno anche i muri, Tommaso Laquintana sarà il prossimo playmaker dell’Angelico. Si dividerà i minuti in cabina di regia con il confermatissimo Simone Berti.

Il mondo che gravita attorno a Pallacanestro Biella vive giornate sospese tra l’attesa e il sogno.

Partiamo dall’attesa, che è sicuramente più concreta. L’ufficialità tarda ad arrivare. Ma manca proprio solo quella. Con tutta probabilità, ormai lo sanno anche i muri, Tommaso Laquintana sarà il prossimo playmaker dell’Angelico. Si dividerà i minuti in cabina di regia con il confermatissimo Simone Berti. Per l’annuncio manca un’altra ufficialità che ormai è un altro “segreto di Pulcinella”, vale a dire il ripescaggio in A di quella Capo d’Orlando – con il conseguente approdo in A2 Gold di Casalpusterlengo – con la quale il talento di Monopoli (classe 1995) è sotto contratto ancora pe le prossime tre stagioni.

In rossoblù, come più volte è stato detto e ripetuto, Laquintana troverebbe l’ambiente ideale e i minuti per crescere ancora, senza le pressioni della massima serie, e un coach (Fabio Corbani, ndr) che già conosce grazie all’esperienza con l’Under20, dove c’era anche Niccolò De Vico, e che non ha paura di mandare sul parquet i “bimbi”, come li chiama lui.

Il sogno, tutti sanno anche questo, risponde al nome di Alan Voskuil. Che ogni giorno che passa sembra sempre un po’ più vicino. Qualcuno addirittura ha ipotizzato che al momento la distanza tra domanda e offerta sia di soli 10mila euro. E c’è già chi si è offerto di metterne la metà e chi propone collette tra i tifosi. Certo è che un ritorno del tiratore Usa con passaporto danese rappresenterebbe un vero e proprio colpo di mercato per Biella… Anche se i tempi non sono ancora maturi e, giocoforza, per i tifosi sarà necessario pazientare ancora.

Andrea Rossetti

Articolo precedente
Articolo precedente