La Provincia di Biella > Senza categoria > Trasporti, la situazione è allarmante
Senza categoria Basso Biellese Biella Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Trasporti, la situazione è allarmante

Quante volte il problema dei trasporti è stato sollevato e per quante volte l'obiettivo da superare che è l'isolamento del nostro territorio è stato prioritario nelle amministrazioni che si sono succedute? In quante occasioni i vari comitati di pendolari/utenti, sia su gomma che su ferro, hanno richiamato l'attenzione recriminando, giustamente, un servizio più consono e affidabile alle loro necessità?

Quante volte il problema dei trasporti è stato sollevato e per quante volte l’obiettivo da superare che è l’isolamento del nostro territorio è stato prioritario nelle amministrazioni che si sono succedute? In quante occasioni i vari comitati di pendolari/utenti, sia su gomma che su ferro, hanno richiamato l’attenzione recriminando, giustamente, un servizio più consono e affidabile alle loro necessità?

Riceviamo e pubblichiamo la lettera del consigliere comunale di biella Paolo Galuppi.

Quante volte il problema dei trasporti è stato sollevato e per quante volte l’obiettivo da superare che è l’isolamento del nostro territorio è stato prioritario nelle amministrazioni che si sono succedute? In quante occasioni i vari comitati di pendolari/utenti, sia su gomma che su ferro, hanno richiamato l’attenzione recriminando, giustamente, un servizio più consono e affidabile alle loro necessità?

Bene ha fatto il Consigliere Regionale Vittorio Barazzotto ad adoperarsi per invitare a Biella l’Assessore ai trasporti Balocco, perché, a questo punto, se la notizia riportata dai media che le future coperture finanziarie per il trasporto verranno “girate” a territori e città in cui non figura Biella, è molto preoccupante se non allarmante ,e un incontro è più che necessario, è urgente!

Credo che questa volta, più che mai, il territorio biellese debba avere delle risposte precise e far capire che noi non ci stiamo ad essere esclusi dagli interventi prioritari e dagli assetti strategici della Regione Piemonte.

Non è più tollerabile che si continui ad essere propositivi con gli Enti responsabili della trasportistica regionale ed avere sempre risposte evasive, attendiste o di esclusione.

Più volte si sono portate istanze e proposte di modifica per la nostra stazione ferroviaria (sottopasso e possibilità per i disabili ad accedere da e per i binari). Perchè non hanno ancora preso in considerazione l’opportunità di velocizzare la tratta per Novara/Milano con lavori che sostanzialmente necessitano di investimenti ragionevoli?

Abbiamo una società di trasporto pubblico che potrebbe essere interessante per dare anche un’alternativa di spostamento all’utenza. Oppure, come si è detto più volte, creare quell’interscambio treno/bus con orari che coincidono e titoli di viaggio unici.

E che dire della “vergognosa”situazione voluta dall’Amministrazione provinciale di Vercelli della messa in vendita delle azioni di Atap che sono di loro competenza, senza tener in alcun conto la lettera di diffida dell’allora Giunta Cota (stesso colore politico della Giunta vercellese) e dell’eventuale problema occupazionale? Anche qui si è detto di tutto e si è cercato di fare di tutto per bloccare questa inspiegabile iniziativa, ma senza successo.

E’ ora che intervengano la Regione Piemonte e l’assessorato competente.

All’orizzonte ci sono delle opportunità irrinunciabili (e molte persone con i propri Enti di riferimento ci stanno lavorando), sia come territorio che come offerta turistica, per le centinaia di migliaia di persone che visiteranno l’Expo 2015 a Milano, l’Ostensione della Sindone a Torino e la Passione di Cristo di Sordevolo. Ma se ci presentiamo con un sistema di trasporti precario e inaffidabile, abbiamo già perso la scommessa per poter rilanciare il nostro territorio  e la Regione, con il proprio Assessore di questa cosa ne dovrà tener conto.

Paolo Galuppi
(Consigliere comunale)

Articolo precedente
Articolo precedente