La Provincia di Biella > Senza categoria > “Rifiuti, l’obiettivo è incrementare il compostaggio domestico”
Senza categoria Basso Biellese -

“Rifiuti, l’obiettivo è incrementare il compostaggio domestico”

E’ un incremento del compostaggio domestico il primo intervento che verrà portato avanti dal comune di Roppolo per accrescere il proprio livello di raccolta differenziata.

E’ un incremento del compostaggio domestico il primo intervento che verrà portato avanti dal comune di Roppolo per accrescere il proprio livello di raccolta differenziata.

E’ un incremento del compostaggio domestico il primo intervento che verrà portato avanti dal comune di Roppolo per accrescere il proprio livello di raccolta differenziata. A comunicalo è stato il sindaco Boltri nel corso della serata informativa che venerdì scorso ha viso protagonista Seab. Come in tanti altri comuni del Biellese, l’ad della società Silvio Belletti ha illustrato alla sessantina di presenti le novità della differenziata, riepilogando, dove vanno conferiti i diversi materiali e confermando all’amministrazione il pieno sostegno per raggiungere un miglior obiettivo.

“Non sempre la raccolta domiciliare dell’organico può rivelarsi un buon affare – ha spiegato Belletti – per comuni delle dimensioni di Roppolo sarebbe troppo costosa bisogna trovare alternative, il composter domestico e la tampa sono un ausilio prezioso, a cui va unita una maggior attenzione per segmenti come plastica e carta che presentano ancora percentuali troppo basse”. Un aiuto può venire inoltre dalle più recenti iniziative lanciate da Seab, come le Giornate del riuso (“Che probabilmente organizzeremo insieme a Viverone” ha confermato il primo cittadino), o le macchine per la raccolta della plastica. “Il nostro obiettivo – ha concluso Belletti – è far sì che tutti i comuni raggiungano un livello ottimale, qualunque sua la loro dimensione. Alzare il livello delle differenziata oltre il 60% come hanno già fatto molti altri comuni biellesi è l’unico modo per poter avere un reale e duraturo sconto sulle tariffe”.

Articolo precedente
Articolo precedente