La Provincia di Biella > Senza categoria > Rifiuti, Brusnengo “campione” delle giornate del riuso
Senza categoria Cossatese -

Rifiuti, Brusnengo “campione” delle giornate del riuso

Sembra aver pagato la scelta effettuata a inizio estate dal comune di Brusnengo, che per sei mesi ha interrotto il servizio di raccolta a chiamata dei rifiuti ingombranti, sostituendolo di fatto con le Giornate del riuso. A confermarlo è stato venerdì sera l'amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, che incontrando la cittadinanza ha spiegato come in questo modo il comune abbia risparmiato 3.400 euro.

Sembra aver pagato la scelta effettuata a inizio estate dal comune di Brusnengo, che per sei mesi ha interrotto il servizio di raccolta a chiamata dei rifiuti ingombranti, sostituendolo di fatto con le Giornate del riuso. A confermarlo è stato venerdì sera l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, che incontrando la cittadinanza ha spiegato come in questo modo il comune abbia risparmiato 3.400 euro.

Sembra aver pagato la scelta effettuata a inizio estate dal comune di Brusnengo, che per sei mesi ha interrotto il servizio di raccolta a chiamata dei rifiuti ingombranti, sostituendolo di fatto con le Giornate del riuso. A confermarlo è stato venerdì sera l’amministratore delegato di Seab, Silvio Belletti, che incontrando la cittadinanza ha spiegato come in questo modo il comune abbia risparmiato 3.400 euro.

“Si tratta della metà esatta dell’importo richiesto per il servizio relativo agli ingombranti – ha spiegato Belletti – a cui andranno aggiunti più avanti i risparmi per i minori conferimenti in discarica”.

Fin dalla loro introduzione Belletti ha sempre spiegato come le Giornate del Riuso potessero rappresentare, oltre che un incentivo al recupero di oggetti ancora funzionanti, un modo per le amministrazioni di ridurre i costi. “Basta un po’ di coraggio, quello messo in campo da Brusnengo, a oggi il comune che meglio ha interpretato lo spirito delle Giornate e ha saputo ricavarne il massimo”.

Il prossimo passo per l’amministrazione guidata dal sindaco Fabrizio Bertolino potrebbe essere quello di passare dalla raccolta domiciliare alla Tariffa Puntuale. “Brusnengo è tra i comuni biellesi che sono nelle condizioni di poterlo fare – ha spiegato Belletti – avendo già attivato la raccolta dell’organico”. Inoltre Brusnengo è uno dei cinque comuni in cui è attiva anche la domiciliare del vetro. “Il che si potrebbe prestare a una sperimentazione sul multimateriale, che consentirebbe ulteriori economie”.

Nel frattempo il comune ha deciso di replicare ancora una volta la Giornata del riuso, fissando un nuovo appuntamento per il 5 dicembre.

Articolo precedente
Articolo precedente