La Provincia di Biella > Senza categoria > Quello di Biella è un ospedale sicuro
Senza categoria Biella -

Quello di Biella è un ospedale sicuro

Più bassa rispetto alla media nazionale la mortalità per infarto e ostruzione dei bronchi

Più bassa rispetto alla media nazionale la mortalità per infarto e ostruzione dei bronchi

I grandi ospedali sono i più sicuri. Lo dicono i dati di uno  studio condotto dall’Agenzia sanitaria per i servizi regionali. E il Degli Infermi non fa eccezione.

Farsi operare in una struttura che svolge pochi interventi potrebbe essere fatale per almeno 14 diverse patologie: l’aneurisma dell’aorta addominale non rotto, l’angioplastica coronarica, l’artoplastica del ginocchio, il bypass aortocoronarico, il tumore del colon, del pancreas, del polmone, della prostata, dello stomaco e della vescica, la colecistectomia laparoscopica, l’endoarterectomia carotidea, la frattura del femore e l’infarto.

I numeri  del nosocomio cittadino, ospedale di grosse dimensioni, evidenziano eccellenze e qualche neo.

“È una relazione già ampiamente documentata dalla letteratura internazionale – spiega Carlo Perucci, direttore di Agenas –, nella chirurgia c’è una linea d’apprendimento riguardo alla manualità e alle competenze. Più si lavora, più si diventa bravi”.

 

Ampi servizi e gli esiti nel dettaglio delle cure  per le principali patologie (dati relativi al 2011), sulla Provincia di Biella in edicola oggi.

Articolo precedente
Articolo precedente