La Provincia di Biella > Senza categoria > “Perdere il lavoro è un trauma impossibile da spiegare”
Senza categoria Biella -

“Perdere il lavoro è un trauma impossibile da spiegare”

Antonio Montoro ci scrive: "Alcuni Giudici della Cassazione hanno sentenziato che "la perdita del lavoro non costituisce un danno grave alla persona". Ho 57 anni, sono invalido e sono disoccupato da oltre 3 anni".

Antonio Montoro ci scrive: “Alcuni Giudici della Cassazione hanno sentenziato che “la perdita del lavoro non costituisce un danno grave alla persona”. Ho 57 anni, sono invalido e sono disoccupato da oltre 3 anni”.

Riceviamo e pubblichiamo la lettera inviata da Antonio Montoro.

Alcuni Giudici della Cassazione hanno sentenziato che “la perdita del lavoro non costituisce un danno grave alla persona”. Ho 57 anni, sono invalido e sono disoccupato da oltre 3 anni. Io e molti altri eravamo vicini alla pensione e per effetto della riforma Fornero ora dobbiamo attendere ancora molti anni.

Lo Stato non riconosce agli invalidi dal 46 al 74% nessun beneficio pensionistico. Vivere senza ammortizzatori sociali, senza nessuna entrata, economica, senza un lavoro, è cosa impossibile. Posso tranquillamente interpretare il pensiero di chi vive queste situazioni sottolineando che lo smarrimento per la perdita del lavoro è un trauma inspiegabile. Un misto di dolore, disperazione, paura di non farcela, perdita di dignità.

Vivi il tuo handicap e la malattia come una punizione. La giornata è sempre accompagnata da continue sensazioni di tristezza. Sentimenti comuni a tutti i disoccupati. Perdere il lavoro è un grave danno alla persona. Fidatevi di noi che con questa cruda realtà ci conviviamo quotidianamente.

Antonio Montoro

Articolo precedente
Articolo precedente