La Provincia di Biella > Senza categoria > L’Arpa effettua prelievi al lago di Viverone
Senza categoria Basso Biellese -

L’Arpa effettua prelievi al lago di Viverone

I tecnici dell’Arpa di Biella hanno effettuato in questi giorni i normali controlli di routine su fondali del lago di Viverone. Si tratta di una delicata operazione che viene messa in campo una volta all’anno.

I tecnici dell’Arpa di Biella hanno effettuato in questi giorni i normali controlli di routine su fondali del lago di Viverone. Si tratta di una delicata operazione che viene messa in campo una volta all’anno.

I tecnici dell’Arpa di Biella hanno effettuato in questi giorni i normali controlli di routine su fondali del lago di Viverone. Si tratta di una delicata operazione che viene messa in campo una volta all’anno. In sintesi, viene prelevato il fango dai fondali che si trovano in zona balneabile, dai due ai venti metri di profondità. Una volta portato in superficie, attraverso delle apposite apparecchiature, il fango viene filtrato e setacciato.  Tutto ciò che resta dopo l’operazione (vermi e batteri), viene analizzato attraverso l’utilizzo di un microscopio.

In appoggio all’Arpa, erano presenti anche i volontari del Coordinamento Provinciale della Protezione Civile di Biella, i quali si sono mesi a disposizione dando un valido supporto: «Si tratta di una stretta collaborazione che abbiamo da qualche tempo con l’arpa – spiega il presidente del Coordinamento Gianni Bruzzese -. Il controllo di routine del lago di Viverone viene suddiviso in due parti: quella tecnica che viene effettuata dall’Arpa, dove gli operatori provvedono alle analisi,  e quella logistica che invece viene svolta dai miei volontari. Noi, in poche parole, mettiamo a disposizione l’imbarcazione. Questo procedimento non viene solo organizzato durante il controllo del lago di Viverone, ma anche in occasione di  altri sopralluoghi  – conclude Bruzzese -, che vengono fatti praticamente in tutte le dighe del biellese».

I prelievi fatti a Viverone si sono conclusi ieri, quindi nel giro di pochi giorni verranno resi noti i risultati.

Mauro Pollotti

Articolo precedente
Articolo precedente