La Provincia di Biella > Senza categoria > La provincia è morta, ma il Senato aspetta
Senza categoria Biella -

La provincia è morta, ma il Senato aspetta

Qualche giorno fa il Senato ha approvato la norma che abolisce definitivamente dalla Costituzione il termine Provincia.  In questi giorni da noi, sulla rete e nelle segrete stanze, infuria la discussione su chi debba essere il presidente della Provincia di Biella, attribuendogli doti salvifiche nei confronti di un’istituzione che non c’è più, e capacità di gestione economica e dei servizi che sarebbero mancate al commissario Ciuni nei circa due anni di cura e di imbalsamazione della salma provinciale.  Sarà Cavicchioli, sindaco di Biella e politico col marsupio, a guidare il funerale?

Oppure Emanuele Ramella Pralungo ma sindaco di Occhieppo di sopra e vice di Paolo Furia alla guida del PD biellese?  Le chances del secondo sono legate alla rinuncia della prima scelta, cioè Cavicchioli, che (almeno fino a ieri mattina) tentenna e osserva, mi auguro divertito, il totocavi avviato sulla rete da amici e parenti (politici).  Ma è scontato che la disputa sia limitata ai due di cui sopra?  Niente affatto.

Giuliano Ramella

L’articolo completo verrà pubblicato sulla Nuova Provincia di Biella in edicola domani.

Articolo precedente
Articolo precedente