La Provincia di Biella > Senza categoria > La moglie non lo riconosce e lo caccia di casa
Senza categoria Cossatese -

La moglie non lo riconosce e lo caccia di casa

Una storia triste

La moglie non lo riconosce e lo caccia di casa.

Una storia triste

La moglie soffre di Alzheimer e, quando il marito si presenta alla porta, non lo riconosce. Per questo motivo gli impedisce di entrare in casa e lo manda via. L’uomo, a sua volta alle prese con i primi sintomi della medesima patologia, si allontana e non dà più notizie di sé.
È una triste vicenda quella verificatasi nel Cossatese nella giornata di giovedì. Una triste vicenda, ma con un lieto fine. Il pensionato è stato infatti ritrovato dai carabinieri e riportato a casa sano e salvo.
Tutto è iniziato verso le 16, quando la consorte lo ha cacciato. L’ottantenne, in quel momento sprovvisto di telefonino se n’è andato via e non ha più fatto ritorno. Nel frattempo i familiari hanno iniziato a preoccuparsi e a cercarlo, purtroppo senza successo. Verso le 17, quindi, il figlio ha deciso di segnalare il suo allontanamento alle forze dell’ordine. Alla centrale del 112, ha descritto l’anziano padre, spiegando inoltre che non era solito uscire e stare via a lungo. Alle volte, infatti, a causa della malattia, ha alcuni momenti di scarsa lucidità.
I carabinieri si sono subito messi sulle sue tracce. In particolare, i militari del Nucleo operativo radiomobile di Cossato hanno setacciato le vie vicine alla zona in cui vive. Fortunatamente le ricerche hanno avuto un epilogo positivo nel giro di poco tempo. Verso le 18, poco più di mezz’ora dopo la segnalazione, l’ottantenne è stato individuato. Non era ferito e sembrava apparentemente in buone condizioni. È stato quindi riaccompagnato a casa e affidato ai familiari, che hanno così potuto riabbracciarlo e tirare un sospiro di sollievo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente