La Provincia di Biella > Senza categoria > I bambini saranno ammessi negli asili nido e nelle materne solo se vaccinati
Senza categoria Biella -

I bambini saranno ammessi negli asili nido e nelle materne solo se vaccinati

In Piemonte presto i bambini saranno ammessi all’asilo solo se vaccinati. La Regione accelera sulla nuova legge la cui discussione inizierà la prossima settimana nonostante qualche resistenza.  "La maggioranza di centrosinistra va avanti – assicura il presidente della commissione Domenico Ravetti – è una battaglia di civiltà per proteggere i nostri figli".

In Piemonte presto i bambini saranno ammessi all’asilo solo se vaccinati. La Regione accelera sulla nuova legge la cui discussione inizierà la prossima settimana nonostante qualche resistenza.  “La maggioranza di centrosinistra va avanti – assicura il presidente della commissione Domenico Ravetti – è una battaglia di civiltà per proteggere i nostri figli”.

In Piemonte presto i bambini saranno ammessi all’asilo solo se vaccinati. La Regione accelera sulla nuova legge la cui discussione inizierà la prossima settimana nonostante qualche resistenza.  “La maggioranza di centrosinistra va avanti – assicura il presidente della commissione Domenico Ravetti – è una battaglia di civiltà per proteggere i nostri figli”.

L’assessore regionale alal sanità Antonio Saitta, per parte sua, non ha mai nascosto di essere favorevole alla stretta sulle iscrizioni scolastiche per tentare l’inversione di tendenza rispetto al calo delle coperture vaccinali registrate negli ultimi anni anche in Piemonte, che pure resta una delle regioni più virtuose nel panorama nazionale.

Nel 2016 la copertura del vaccino contro morbillo-parotite-rosolia è stata del 91 per cento per la prima dose e dell’89 sulla seconda, mentre per il cosiddetto vaccino esavalente (che comprende tre dosi contro la poliomielite, difterite, tetano, pertosse, epatite B e Haemophilus da somministrare entro il primo anno d’età) i dati si aggirano intorno al 94 per cento. Meglio della media nazionale, ma, soprattutto per quanto riguarda il morbillo, ben al di sotto di quel 95 per cento in grado di garantire l’effetto “gregge protetto”.

Le proposte che saranno esaminate da Palazzo Lascaris, e che a questo punto verranno unificate in una solo norma proposta della maggioranza, prevedono che nelle scuole pubbliche piemontesi – asili, scuole dell’infanzia e in generale a tutti i servizi per bambini tra gli zero e i cinque anni di età – possano essere iscritti solo quelli regolarmente vaccinati.
 

Articolo precedente
Articolo precedente