La Provincia di Biella > Senza categoria > “Gli attaccabrighe in Riva vanno fermati”
Senza categoria Biella -

“Gli attaccabrighe in Riva vanno fermati”

Alessio Ercoli, Lega Nord: "Ho letto della brutta avventura passata da Alessandro, la sua fidanzata e un altro ragazzo nella via acciottolata tra Costa di Riva e via Serralunga. Questo episodio conferma che Riva non è sicura".

Alessio Ercoli, Lega Nord: “Ho letto della brutta avventura passata da Alessandro, la sua fidanzata e un altro ragazzo nella via acciottolata tra Costa di Riva e via Serralunga. Questo episodio conferma che Riva non è sicura”.

Ho letto, prima sui social network e poi sui giornali, della brutta avventura passata da Alessandro, la sua fidanzata e un altro ragazzo nella via acciottolata tra Costa di Riva e via Serralunga.

Solo la sua prontezza e il suo coraggio hanno evitato che l’ennesima violenta aggressione potesse avere esiti peggiori. Questo episodio conferma che Riva non è sicura. Come Lega Nord e come Movimento Giovani Padani abbiamo chiesto innumerevoli volte misure per aumentare la sicurezza e risolvere una situazione inaccettabile, soprattutto per una piccola e tranquilla città come Biella. Sono rimasto stupito che all’inizio eravamo soli a portare avanti queste richieste, che dovrebbero a mio avviso invece essere condivise da tutto il mondo politico senza distinzione partitica, in quanto qui si tratta della sicurezza di tutti i giovani che frequentano i locali, di tutti i commercianti che lavorano in Riva e di tutti i cittadini che lì vivono.

Vanno bene i pattugliamenti e le ronde messe in campo dopo le nostre incessanti richieste, ma bisogna tenere d’occhio con attenzione le vie più pericolose e quelle secondarie e più buie. Inoltre forse sarebbe opportuno installare delle telecamere di sicurezza, come richiesto da alcuni commercianti, in punti strategici. Il nostro è un auspicio per il miglioramento del servizio di vigilanza notturno, in quanto il fatto è avvenuto tra sabato 27 e domenica 28, all’una e mezza di notte: un orario in cui erano previsti i pattugliamenti. Ma questa provocazione non è rivolta alle forze dell’ordine, delle quali nutriamo massimo rispetto e fiducia, quanto piuttosto all’Assessore La Malfa al fine di coprire un raggio d’azione tale da garantire il servizio in tutte le vie dove sono concentrati i locali notturni e in quelle adiacenti.

A questi 3 ragazzi – e a tutte le vittime delle passate aggressioni – va la solidarietà mia e del Movimento Giovani Padani, ma ci auguriamo anche di non dover più leggere notizie simili. Riva è un quartiere che necessita maggiore attenzione e maggiore sicurezza: non è possibile che sia permesso ai soliti attaccabrighe-delinquenti di continuare le loro azioni di violenza o vandalismo!

Alessio Ercoli
MGP – Lega Nord Biella

Articolo precedente
Articolo precedente