La Provincia di Biella > Senza categoria > Giro d’Italia, no ai politici sul palco
Senza categoria Biella -

Giro d’Italia, no ai politici sul palco

Biella6tu e il suo candidato sindaco Luca Sangalli vogliono lanciare una proposta: che nessun politico presenzi alle cerimonie di premiazione. No alle passerelle di politici, soprattutto se candidati, in mondovisione il giorno prima delle elezioni. Che la tribuna d'onore sia riempita di bambini sorteggiati tra le famiglie biellesi anziché dai volti dei politici. E che siano ragazzi, magari i giovani ciclisti locali, a premiare gli atleti sul palco.

Biella6tu e il suo candidato sindaco Luca Sangalli vogliono lanciare una proposta: che nessun politico presenzi alle cerimonie di premiazione. No alle passerelle di politici, soprattutto se candidati, in mondovisione il giorno prima delle elezioni. Che la tribuna d’onore sia riempita di bambini sorteggiati tra le famiglie biellesi anziché dai volti dei politici. E che siano ragazzi, magari i giovani ciclisti locali, a premiare gli atleti sul palco.

Pubblichiamo di seguito l’intervento e la proposta fatta da Biella 6 Tu, lista candidata alle prossime elezioni amministrative di Biella.

Ci hanno ripetuto fino alla noia che il passaggio del Giro d’Italia da Biella non sarebbe stato un momento della campagna elettorale ma un’occasione per il territorio. Ad oggi l’occasione sembra essere perlopiù sprecata, così come si era sprecata quella della Fed Cup di tennis al Forum: a cosa serve investire su un evento che va in diretta mondiale, se poi non si investe anche nel marketing del territorio, se non si offrono pacchetti turistici e non si presentano le opportunità che il Biellese offre?

A meno di due settimane dall’arrivo a Oropa, nulla è stato fatto. Per di più gli eventi collaterali sono stati lasciati alla buona volontà delle amministrazioni locali e delle società organizzatrici, senza che un soldo venisse dato dal Comune di Biella per il contorno di eventi. Tutti i soldi dei cittadini che sono stati investiti, presi dalle tasse che i biellesi pagano, sono stati spesi per “avere” il Giro d’Italia. Nulla, invece, per farlo fruttare, perché i cittadini avessero un ritorno concreto.

Ora il nostro auspicio è che almeno non si trasformi in una marchetta elettorale. Biella6tu e il suo candidato sindaco Luca Sangalli vogliono lanciare una proposta: che nessun politico presenzi alle cerimonie di premiazione. No alle passerelle di politici, soprattutto se candidati, in mondovisione il giorno prima delle elezioni.

No anche alla presenza del commissario liquidatore dell’ormai ex Provincia di Biella che non ha saputo nemmeno asfaltare le strade. Proponiamo che la tribuna d’onore sia riempita di bambini sorteggiati tra le famiglie biellese anziché dai volti dei politici. E che siano ragazzi biellesi, magari i giovani ciclisti locali, il nostro futuro e il futuro di questo sport, a premiare gli atleti sul palco. Se non sarà un’occasione per il rilancio del territorio, che non sia nemmeno una sfilata di candidati alle elezioni comunali, regionali ed europee. Salviamo il valore popolare di una manifestazione che ogni anno coinvolge milioni di persone appassionate di sport: se i politici tengono tanto a partecipare all’evento, che stiano tra le persone comuni, nella folla.

Biella 6 Tu

Articolo precedente
Articolo precedente