La Provincia di Biella > Senza categoria > Generazione lumaconi
Senza categoria Biella -

Generazione lumaconi

Non ho mai capito il nesso tra un over 50 e Whatsapp. E più io rimango basita da questo strano binomio, più si diffondono a macchia d’olio le vittime della crisi di mezza età. Per tutto il santo giorno, l’unico tarlo è tampinare, chi discretamente, chi molto meno, stile lumacone con bava appiccicosa

Non ho mai capito il nesso tra un over 50 e Whatsapp. E più io rimango basita da questo strano binomio, più si diffondono a macchia d’olio le vittime della crisi di mezza età. Per tutto il santo giorno, l’unico tarlo è tampinare, chi discretamente, chi molto meno, stile lumacone con bava appiccicosa

Non ho mai capito il nesso tra un over 50 e Whatsapp. E più io rimango basita da questo strano binomio, più si diffondono a macchia d’olio le vittime della crisi di mezza età.

Per tutto il santo giorno, l’unico tarlo è tampinare, chi discretamente, chi molto meno, stile lumacone con bava appiccicosa, ma non appena cala il sole e l’appetito sale, puff che si volatilizzano a casuccia, proprio come i cinquanta Euro con i saldi.

Il menù è presto servito e non varia quasi mai di ristorante in ristorante: penne con ragù di moglie scazzata, bistecca con purea di uno, due, forse tre pargoli ululanti e lagnosi, e per finire gran dessert di suocera inferma nella camera a fianco, barra labrador da portare fuori a fare pipì. Ma sono costoro davvero così suonati, con una buona posizione rispettabile e una buona cinque porte familiare, da acconsentire a indossare jeans slavati con strappi effetto used e abbronzature caraibiche in pieno dicembre, pur di ricevere un cicinìn di attenzione da aitanti mie coetanee, che “struccate” di ceroni ed extension nemmeno lo sono troppo?? Sì, la risposta è sì! E allora via di fondue di polpastrelli sulle surriscaldate tastiere degli smart phone, via di centoni dal coiffeur più in di Biella per una bella leccata di mucca camuffa stempiatina, e gran tagli wild alle spalle per chi si sente Jack Sparrow, e ancora, via di processioni in profumeria per l’ultimo Eau de Cartier della pubblicità, più capatina ore 18.00 nel bar fighetto di Via Italia a “fare ape”….

Cose che, pensate, si arriva persino a chiamare un povero ed innocente barboncino Dudù!! “Tu sei per me il sole – ti notificano diabetici su Facebook –. Io mi nutro della tua energia vitale”… Peccato che io sia tutto, eccetto un pannello solare!! Quindi, diciamocelo pure, un gluteo relaxed rimane pur sempre, anche se brizzolato, un gluteo relaxed.

Silvia Serralunga

La rubrica Due penny su di me viene pubblicata anche ogni sabato sulla Nuova Provincia di Biella

Articolo precedente
Articolo precedente