La Provincia di Biella > Senza categoria > Ex ospedale, il mistero dei 100mila euro scomparsi
Senza categoria Biella -

Ex ospedale, il mistero dei 100mila euro scomparsi

E dunque la Regione Piemonte ha deciso: si vende il vecchio monoblocco, il glorioso Ospedale degli Infermi. Dato il via, la dirigenza dell’ASL 12 sta pensando come fare per riuscire a collocare questo enorme immobile. Ora, a prescindere dalla considerazione secondo cui, di questi tempi, è quasi impossibile immaginare di trovare un acquirente per “rifilargli” il monoblocco (ma questa resta una mia personalissima convinzione che mi auguro con tutto il cuore che possa essere smentita), ancora una volta mi incuriosisce conoscere nel dettaglio la storia di quel famoso ed incredibile “concorso di idee” bandito dal Comune di Biella e costato, se ben ricordo, la non modica somma di € 100.000,00 (centomila).

E dunque la Regione Piemonte ha deciso: si vende il vecchio monoblocco, il glorioso Ospedale degli Infermi. Dato il via, la dirigenza dell’ASL 12 sta pensando come fare per riuscire a collocare questo enorme immobile. Ora, a prescindere dalla considerazione secondo cui, di questi tempi, è quasi impossibile immaginare di trovare un acquirente per “rifilargli” il monoblocco (ma questa resta una mia personalissima convinzione che mi auguro con tutto il cuore che possa essere smentita), ancora una volta mi incuriosisce conoscere nel dettaglio la storia di quel famoso ed incredibile “concorso di idee” bandito dal Comune di Biella e costato, se ben ricordo, la non modica somma di € 100.000,00 (centomila).

E dunque la Regione Piemonte ha deciso: si vende il vecchio monoblocco, il glorioso Ospedale degli Infermi. Dato il via, la dirigenza dell’ASL 12 sta pensando come fare per riuscire a collocare questo enorme immobile. Ora, a prescindere dalla considerazione secondo cui, di questi tempi, è quasi impossibile immaginare di trovare un acquirente per “rifilargli” il monoblocco (ma questa resta una mia personalissima convinzione che mi auguro con tutto il cuore che possa essere smentita), ancora una volta mi incuriosisce conoscere nel dettaglio la storia di quel famoso ed incredibile “concorso di idee” bandito dal Comune di Biella e costato, se ben ricordo, la non modica somma di € 100.000,00 (centomila).

Tutti tacciono su questa stranissima e misteriosa vicenda. Eppure 100.000,00 euro non sono pochi tenuto conto, per di più, che andavano spesi per un immobile di proprietà della Regione Piemonte. A Biella, a volte, vi sono silenzi concordati come se fossimo in una Città controllata da organizzazioni mafiose. E’ possibile che non si possa sapere di chi è stata l’idea del concorso, se è stata concordata con la Regione oppure no, quale è stata la somma effettivamente esborsata  per i vincitori del concorso,  e quale sia stata vla destinazione di tutte le idee-progetto inviate dai gruppi di professionisti concorrenti al Comune? Pongo queste domande per l’ennesima volta. Già in altre occasioni le ho poste, ma non ho mai ricevuto alcuna risposta. Peraltro non demordo: voglio sapere, e, come me, molti altri Biellesi, la storia vera di questo incredibile concorso.

Sandro Delmastro delle Vedove

Articolo precedente
Articolo precedente