La Provincia di Biella > Senza categoria > “Corradino pro diga? Niente di nuovo sotto il sole”
Senza categoria Biella -

“Corradino pro diga? Niente di nuovo sotto il sole”

Paolo Furia: "Ciò che stupisce è la spregiudicatezza di costituire il Comune di Cossato a parte civile accanto al Consorzio della Baraggia contro il ricorso legittimamente fatto dal comitato. In che modo la battaglia di “Custodiamo la Valsessera” può arrecare danno ai cossatesi?".

Paolo Furia: “Ciò che stupisce è la spregiudicatezza di costituire il Comune di Cossato a parte civile accanto al Consorzio della Baraggia contro il ricorso legittimamente fatto dal comitato. In che modo la battaglia di “Custodiamo la Valsessera” può arrecare danno ai cossatesi?”.

Paolo Furia, segretario provinciale del Pd, interviene dopo le polemiche sulla diga.

Niente di nuovo sotto il sole. La scelta del sindaco di Cossato Corradino, esponente della Lega Nord, di appoggiare il Consorzio della Baraggia, nella sua battaglia per l’ampliamento della diga in Valsessera è coerente con le scelte del centrodestra degli scorsi anni. Scelte che si sono sempre schierate in favore dello sfruttamento del territorio, dalla parte di opere di dubbia utilità e sicuro dispendio di risorse pubbliche.

Ciò che stupisce è la spregiudicatezza di costituire il Comune di Cossato a parte civile accanto al Consorzio della Baraggia contro il ricorso legittimamente fatto dal Comitato “Custodiamo la Valsessera” contro la diga.

Non si capisce, infatti, in che modo la battaglia di “Custodiamo la Valsessera” possa arrecare danno ai cittadini di Cossato e degli altri comuni che si schierano con il Consorzio della Baraggia.

Deve essere chiaro che il Biellese ha già dato tanto in termini di risorse idriche destinate all’attività agricola: in un territorio piccolo come il nostro sono state costruite negli ultimi decenni ben due dighe.

I vercellesi chiedano all’onorevole Buonanno per quale ragione, quando era consigliere della Provincia di Vercelli, si oppose alla costruzione di un invaso nelle valli del Sesia.

Senza contare che per venire incontro alle giuste ragioni degli agricoltori molti sostengono che, invece che nuovi invasi, bisognerebbe rendere più efficiente la rete idrica esistente.

Il Partito Democratico Biellese e quello Piemontese continuano ad appoggiare la causa del No alla diga, non solo a parole ma aiutando a sostenere le spese del ricorso di “Custodiamo la Valsessera”, comitato spontaneo del territorio che non dispone certo delle ingenti risorse economiche e del grande potenziale di rapporti politici di cui dispone il Consorzio della Baraggia.

Paolo Furia, segretario provinciale del Pd Biellese

Articolo precedente
Articolo precedente