La Provincia di Biella > Senza categoria > Collaborazione tra Italia e Marocco per i Registri Tumori
Senza categoria Basso Biellese Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Collaborazione tra Italia e Marocco per i Registri Tumori

La Fondazione Edo ed Elvo Tempia, in collaborazione con il Fondo Anglesio Moroni e con l’Associazione Internazionale dei Registri Tumori, è da tempo impegnata in un’iniziativa di cooperazione tra il Registro Tumori Piemonte, facente capo al Centro prevenzione oncologica di Torino (Cpo), e i Registri Tumori del Regno del Marocco, che operano a Rabat e Casablanca, in coordinamento con lo IARC, Agenzia internazionale della ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e il coinvolgimento della Fondazione Reale marocchina “Lalla Salma”.

La Fondazione Edo ed Elvo Tempia, in collaborazione con il Fondo Anglesio Moroni e con l’Associazione Internazionale dei Registri Tumori, è da tempo impegnata in un’iniziativa di cooperazione tra il Registro Tumori Piemonte, facente capo al Centro prevenzione oncologica di Torino (Cpo), e i Registri Tumori del Regno del Marocco, che operano a Rabat e Casablanca, in coordinamento con lo IARC, Agenzia internazionale della ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e il coinvolgimento della Fondazione Reale marocchina “Lalla Salma”.

La Fondazione Edo ed Elvo Tempia, in collaborazione con il Fondo Anglesio Moroni e con l’Associazione Internazionale dei Registri Tumori, è da tempo impegnata in un’iniziativa di cooperazione tra il Registro Tumori Piemonte, facente capo al Centro prevenzione oncologica di Torino (Cpo), e i Registri Tumori del Regno del Marocco, che operano a Rabat e Casablanca, in coordinamento con lo IARC, Agenzia internazionale della ricerca sul cancro dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e il coinvolgimento della Fondazione Reale marocchina “Lalla Salma”.

Insieme al professor Abdellatif Benider, dell’Ospedale Universitario Ibn Roch (Averroè) di Casablanca, e Mohammed Adnane Tazi, del Ministero della Salute marocchino, Pietro Presti, direttore generale della Fondazione Tempia, e Roberto Zanetti, direttore del Registro Tumori Piemonte e presidente dell’International association of cancer registries (IACR) hanno condiviso un progetto di collaborazione internazionale nell’ambito dei registri tumori tra l’Italia e il Marocco, in particolare tra i registri tumori piemontesi di Torino e Biella e quelli marocchini di Casablanca e Rabat, che punterà sulla ricerca e formazione al fine di migliorare e consolidare le attività di cooperazione degli stessi registri. La Fondazione Tempia, che è stata promotrice nel 1995 del Registro Tumori di Biella e nel 2011 di quello di Vercelli e che da sempre è impegnata negli ambiti oncologici della prevenzione, cura e ricerca, ha promosso, coadiuvato e supportato questa importante iniziativa internazionale con ricadute positive, per il territorio biellese e piemontese, sotto il profilo medico-scientifico.

La delegazione marocchina ha visitato, lo scorso mercoledì 22 ottobre, il Registro Tumori a Torino e, durante la mattinata di giovedì 23, il Registro Tumori di Biella, dove Adriano Giacomin (responsabile del Registro Tumori di Biella e Vercelli) e il suo staff hanno mostrato le procedure e metodologie seguite per la registrazione dei tumori. È stata questa l’occasione per una visita approfondita anche alla struttura del nuovo ospedale, condotta da Franco Piunti, direttore sanitario dell’Asl Biella.

Successivamente la delegazione marocchina è stata in visita alla sede della Fondazione Tempia, accolta dalla presidente Simona Tempia, dalla co-presidente Viola Erdini e dal direttore generale Pietro Presti.

Articolo precedente
Articolo precedente