La Provincia di Biella > Senza categoria > Campagna benefica per la Lilt
Senza categoria Basso Biellese Circondario Cossatese Valle Cervo Valle Elvo Valli Mosso e Sessera -

Campagna benefica per la Lilt

“Aiutaci a dotare di un videodermatoscopio digitale Spazio LILT, Centro di eccellenza per la lotta contro i tumori. La prevenzione salva la vita”: questa l’iniziativa presentata durante del conferenza stampa di ieri, che vede come protagonista UniCredit, che già in passato ha sostenuto LILT Biella tramite la piattaforma digitale “Il Mio Dono” e una raccolta fondi interna.

“Aiutaci a dotare di un videodermatoscopio digitale Spazio LILT, Centro di eccellenza per la lotta contro i tumori. La prevenzione salva la vita”: questa l’iniziativa presentata durante del conferenza stampa di ieri, che vede come protagonista UniCredit, che già in passato ha sostenuto LILT Biella tramite la piattaforma digitale “Il Mio Dono” e una raccolta fondi interna.

“Aiutaci a dotare di un videodermatoscopio digitale Spazio LILT, Centro di eccellenza per la lotta contro i tumori. La prevenzione salva la vita”: questa l’iniziativa presentata durante del conferenza stampa di ieri, che vede come protagonista UniCredit, che già in passato ha sostenuto LILT Biella tramite la piattaforma digitale “Il Mio Dono” e una raccolta fondi interna.

UniCredit scende in campo per raggiungere un importante obiettivo: creare una grande rete di solidarietà tra i propri clienti per contribuire alla lotta contro i tumori e sostenere la Lega tumori.

Da venerdì 8 a lunedì 18 maggio, UniCredit  si pone al fianco di LILT Biella per consentire la diffusione di materiale informativo e per  promuovere la cultura della prevenzione e della diagnosi precoce, informando i propri clienti delle filiali delle province di Biella, Vercelli, Novara e Verbano Cusio Ossola sulla possibilità di partecipare ad una grande impresa: donare per l’acquisto del video dermatoscopio digitale, uno strumento di ultima generazione che, a Spazio LILT, permetterà di eseguire visite accurate, per l’individuazione precoce dei tumori della pelle, in particolar modo il melanoma, ritenuto il tumore della pelle più aggressivo.

«L’iniziativa con UniCredit segue una linea iniziata in passato con “IlmioDono” e ci permette di estendere i progetti di Spazio LILT in tutta l’area del Nord Est del Piemonte” – afferma Mauro Valentini, presidente Lilt –  infatti, Spazio Lilt, Centro Oncologico Multifunzionale ha una struttura ed una impostazione tale da avere un suo senso solo se visto in un’ottica più ampia ed aperta che prevede di estendere il proprio operato oltre i confini del Biellese».

«Non è la prima volta che sono testimonial di LILT Biella” – dichiara Elisabetta Perrone, volto biellese della Maratona e medaglia d’argento alle Olimpiadi di Atlanta del 1996 – “L’attività sportiva  insegna a gestire la propria vita, ad ascoltare il proprio corpo, a non sottovalutare i sintomi e in particolare a curare l’aspetto della prevenzione. Per questo, mi sento vicina a LILT Biella e di promuovere la donazione per questa iniziativa». 

Attraverso la diffusione e la distribuzione di materiale informativo e la comunicazione del progetto, i clienti della Banca potranno scoprire come donare facilmente per l’acquisto di un videodermatoscopio digitale di ultima generazione che sarà utilizzato all’interno dell’ambulatorio dermatologico di Spazio LILT, il Centro Oncologico Multifunzionale per la prevenzione, la diagnosi precoce e la riabilitazione oncologica, che sta sorgendo in via Ivrea 22 a Biella e che sarà inaugurato nel 2015.

«Il videodermatoscopio digitale è importante non solo per visualizzare lesioni cutanee sospette, ma anche per fotografare ingrandimenti della lesione stessa, archiviando le informazioni raccolte e creando un vero e proprio database utile per uno screening di massa – spiega Corrado Servo, dermatologo di Lilt – è importante sensibilizzare la popolazione alla prevenzione, evitare brusche esposizioni solari e sottoporsi a controlli periodici».
Maila Acquadro ha prestato poi la propria voce per testimoniare la propria esperienza che l’ha portata a diagnosticare un melanoma in stadio iniziale.

Articolo precedente
Articolo precedente