La Provincia di Biella > Senza categoria > Bielmonte, ma dove sono le slavine?
Senza categoria Valli Mosso e Sessera -

Bielmonte, ma dove sono le slavine?

Giovedì 19 febbraio Bielmonte è raggiungibile solo da Trivero. Il giorno dopo la conferma dal sito della stazione sciistica e telefonicamente che anche la strada da Biella è aperta. Visto il tempo discreto. Telefono a un amico per andare a fare una sciata, risposta: ”Ma se è stata appena aperta. E’ meglio aspettare qualche giorno che il manto nevoso si assesti, non si sa mai”.

Decido di andare da solo passando dalla Valle Cervo. Trovo la strada pulitissima, asfalto asciutto, completamente sgombero dalla neve. Raggiungo i punti critici, prima del Bocchetto Sessera, niente tracce di slavine tipo anni passati quando nevicava molto, e nei due punti critici scendeva la massa nevosa e nel giro di mezza, al massimo una giornata si transitava tra due muri di neve. Sedime stradale completamente pulito, solo un po’ di neve ai bordi.

Vado al bar del piazzale e parlo una persona, che opera nella stazione sciistica, dicendo: “Ma dove sono le slavine? Non ho visto niente”. Mi risponde alzando le spalle: “Lasciamo stare”.

Al ritorno, passando nei punti critici, mi domando; com’è sta storia e mi do una risposta: non è che c’era impossibilità o impreparazione a sgomberare la strada dalla neve e si è trovata la scusa delle slavine?

Morale, sciatori che vanno altrove, o rinunciano. Boh!

Silvano Rey

Articolo precedente
Articolo precedente