La Provincia di Biella > Senza categoria > A Pralungo le isole ecologiche raddoppiano
Senza categoria Valle Cervo -

A Pralungo le isole ecologiche raddoppiano

"Starà a voi divulgare ai vostri concittadini le informazioni apprese in questo incontro". Così il sindaco di Pralungo Raffaella Molino ha congedato il centinaio di partecipanti alla serata informativa organizzata in collaborazione con Seab.

“Starà a voi divulgare ai vostri concittadini le informazioni apprese in questo incontro”. Così il sindaco di Pralungo Raffaella Molino ha congedato il centinaio di partecipanti alla serata informativa organizzata in collaborazione con Seab.

“Starà a voi divulgare ai vostri concittadini le informazioni apprese in questo incontro”. Così il sindaco di Pralungo Raffaella Molino ha congedato il centinaio di partecipanti alla serata informativa organizzata in collaborazione con Seab. L’evento è servito per spiegare le novità che verranno introdotte nel servizio di raccolta dei rifiuti dal prossimo anno. “Con cui – ha spiegato l’a.d. di Seab Silvio Belletti – abbiamo iniziato un percorso virtuoso verso un corretto sistema di raccolta e differenziazione”.

Nella sostanza verranno aumentate le isole ecologiche che passeranno da 8 a 19, e si sostituiranno le attuali campane con i più pratici bidoni, il che renderà più agevole per i pralunghesi differenziare i propri rifiuti. Verrà inoltre introdotto il servizio di raccolta domiciliare della raccolta dell’organico alle grandi utenze (bar, ristoranti, casa di riposo..) che saranno fornite di appositi bidoni e sacchetti in mater bi. Questa operazione, che più avanti verrà estesa a tutti gli utenti, va ad intercettare la parte di rifiuto più consistente (circa il 30% sul totale) per andare sensibilmente ad alleggerire i rifiuti attualmente conferiti in discarica.

“L’investimento sostenuto per i bidoni verrà compensato dalla riduzione da tre a due passaggi per la raccolta dell’indifferenziato – ha precisato il sindaco Molino -. Inoltre, se imparassimo tutti a fare una buona differenziata, potremmo ulteriormente risparmiare sul minor conferimento in discarica, che resta obiettivo principale di tutta l’operazione in atto’. ‘Mi fa sempre piacere vedere l’attiva partecipazione dei cittadini – ha concluso Belletti -. Vuol dire che c’è attenzione e soprattutto motivazione a migliorare i comportamenti verso una raccolta corretta”.

Articolo precedente
Articolo precedente